Bitcoin sbarca alle Nazioni Unite. In una nota ufficiale pubblicata ieri, l'UNICEF, l'agenzia dell'ONU che si occupa di assistenza umanitaria per l'infanzia, ha infatti comunicato di avere appena lanciato un fondo in criptovalute che abiliterà la ricezione, la conservazione e l'erogazione di donazioni effettuate in BTC (la sigla sotto cui viene scambiato il Bitcoin) ed ETH (Ethereum), seconda cryptocurrency per capitalizzazione di mercato.

Criptovalute, Bitcoin va all'Onu: nasce UNICEF Cryptocurrency Fund

Come precisato dalla stessa nota, con le risorse raccolte il nuovo Cryptocurrency Fund, che fa dell'Unicef la prima diramazione dell'Onu ad aprire al mondo della blockchain, si occuperà principalmente di finanziare progetti legati a tecnologie open source che vadano a beneficio di bambini e giovani nel mondo. 

In questa prospettiva, la prima donazione arrivata, proveniente dalla Ethereum Foundation, l'organizzazione che promuove la rete di Ethereum, andrà a tre beneficiari dell'Innovation Fund, ed inoltre ad un progetto coordinato dall'iniziativa GIGA che punta a diffondere nelle scuole di tutto il mondo l'utilizzo di internet.