La tendenza ribassista sul mercato delle criptovalute potrebbe proseguire per un periodo di minimo 3 e massimo 6 mesi. Questo è quanto, in accordo con quanto è stato riportato da ccn.com, ha dichiararo il CEO di Civic Vinny Lingham che, in particolare, ritiene che per il Bitcoin (BTC) l'area dei 3.000 contro il dollaro americano rappresenti un forte supporto, ma nello stesso tempo è probabile che l'oro digitale da qui a sei mesi non possa spingersi, in caso di rimbalzi, sopra la soglia dei 5.000 dollari.

Quotazioni Bitcoin: 6 mesi per recuperare, o saranno guai

Inoltre, sempre in base all'analisi fornita da Vinny Lingham sull'andamento dell'oro digitale, se il Bitcoin da qui a sei mesi non dovesse riprendersi, allora la tendenza al ribasso potrebbe essere tale non solo da bucare verso il basso il supporto a 3.000 dollari, ma questa potrebbe proseguire per tutto il 2019.

Investire in criptovalute, istituzionali resteranno alla larga?