Il prezzo del Bitcoin (BTC) può raggiungere $ 120.000, entro 18 mesi dopo il dimezzamento, secondo l'analista di eToro Simon Peters in accordo con quanto è stato riportato da Teuta Franjkovic sul sito coinspeaker.com.

Bitcoin prima e dopo il dimezzamento, le aspettative disattese

Il terzo dimezzamento del Bitcoin (BTC) è ormai passato, ed in qualche modo sembra che non abbia giustificato le aspettative degli investitori. Molti analisti, compresi quelli di eToro, avevano infatti previsto post halving un bel salto di prezzo per l'oro digitale che però non è avvenuto. Inoltre, contrariamente alle attese di molti, prima dell'halving il Bitcoin (BTC) non solo non ha superato la soglia psicologica dei 10.000 dollari, ma addirittura è crollato fino a quasi 8.000 contro il biglietto verde.

Oro digitale nel breve termine dopo l'halving, sbagliato volere tutto e subito

Ma in realtà, guardando al passato, post dimezzamento il rally del Bitcoin (BTC) c'è stato solo dopo parecchie settimane o comunque dopo qualche mese. Per questo l'analista di eToro Simon Peters prevede da un lato per il Bitcoin, da qui a 18 mesi, prezzi ben più alti di quelli attuali, ma nel breve termine la dinamica delle quotazioni per l'oro digitale è tale che i prezzi non si stanno spingendo in avanti con il ritmo che qualcuno vorrebbe.

Offerta massima Bitcoin a 21 milioni solo nel 2140

E per quel che riguarda l'offerta massima di Bitcoin (BTC), pari a 21 milioni di pezzi, dimezzamento dopo dimezzamento nel tempo si arriverà al numero massimo di token estratti non prima dell'anno 2140, ovverosia rispetto ad oggi ci vorrà oltre un secolo. E questo perché, halving dopo halving, l'offerta di nuovi Bitcoin (BTC) estratti tenderà ad essere nel tempo sempre più bassa.