Il settore del gaming è uno dei più profittevoli in assoluto nel mondo, tanto da fatturare ogni anno più dell'intero settore cinematografico e musicale messi insieme.

Questo ovviamente se si tiene conto del settore mobile, console e PC, i quali insieme generano dei ricavi folli che non sembrano nemmeno aver raggiunto il loro vero potenziale.

Questo perché, al computo finale, inizia ora a farsi largo un quarto fattore, ovvero il gaming mescolato al settore delle criptovalute e delle blockchain.

I metaversi sono la nuova frontiera del gioco, tanto da iniziare a mescolare la vita reale e quella virtuale fino a creare le basi di quello che sembra un futuro annunciato nel film "Ready player one". Per essere precisi, esistono metaversi e semplici giochi su blockchain, ma non cambia molto la cosa se posta in relazione alle criptovalute.

Sebbene le cose non siano ancora nemmeno prossime al punto in cui la vita vera si svolgerà nel virtuale, s'inizia a vedere la potenzialità delle criptovalute del metaverso.

All'interno dei giochi vengono venduti appezzamenti di terreno per cifre folli, esistono navi da crociera e nascono attività che sono già attive e incredibilmente remunerative.

A questo poi si aggiunge il settore degli NFT, che per ora ha fatto vita a se stante ma ora sembra pronto per mescolarsi col gaming per espanderne ulteriormente il potenziale.

In quest'articolo Crypto Ita spiega come giocare a Axie Infinity e in che modo guadagnare denaro attraverso questo gioco, dimostrando le potenzialità incredibili che risiedono dietro questo titolo.

Cosa sono i metaversi

Partendo dalle basi, è doveroso spiegare cosa siano effettivamente questi fantomatici metaversi, così in voga da spingere Zuckerberg a rinominare il suo impero col nome di Meta.

I metaversi non sono altro che dei mondi virtuali creati per accogliere i giocatori da ogni dove e realizzati con un certo filo conduttore, il quale da un senso e un contesto a tutto.

Cosa significa? Che è possibile creare un metaverso a tema fantasy, un altro Sci-Fi, un altro ancora con i cowboy o quant'altro, tutto sta all'ambientazione che gli sviluppatori hanno scelto di adottare.

All'interno di questo mondo le persone possono entrare con un avatar, una replica virtuale della persona fisica che viene prodotta dal giocatore nel modo che preferisce.

Un avatar non deve rispecchiare le sembianze della controparte reale, una donna alta e snella potrebbe creare un uomo basso e tarchiato o un gattino bianco spelacchiato, non vi sono limiti in questo senso.

Nel metaverso poi vengono create o ricreate delle vere e proprie attività commerciali dove si paga in criptovalute i beni o servizi acquistabili, ma non finisce qui.

Esistono anche gallerie d'arte, concerti, competizioni e moltissime altre attività che le persone sono solite fruire di persona, mentre qui lo fanno in forma digitale.

Cosa sono gli NFT

Gli NFT sono i non-fungible tokens, il che significa delle "criptovalute" che però non sono utilizzabili in forma classica e che racchiudono al loro interno un file.

Questo file può essere di qualunque tipo come per esempio un video, una canzone, la digitalizzazione di un quadro o qualunque altro elemento che, normalmente, ci si aspetterebbe di trovare come un classico file utilizzabile tramite PC.

Perché vengono creati gli NFT? Per dare vita a un pezzo unico e inimitabile che viene racchiuso nella blockchain, diventando quindi l'equivalente di un pezzo d'arte.

Ovviamente si possono trovare repliche del medesimo, proprio come chiunque può googlare e scaricare la Mona Lisa, ma non potrà mai esistere una reale copia dell'originale.

Questo da enorme valore ai singoli pezzi, talvolta anche troppo dato che il mercato è in piena bolla speculativa e si fa davvero fatica a capire dove sia il valore e dove invece ci sia ciarpame.

Per chiunque voglia muovere i primi passi in questo mondo, il consiglio è quello di stare fermi a osservarlo per molto tempo prima di comprare qualcosa, poiché è chiaro che sia una situazione assolutamente fuori controllo.

Come si combinano NFT e metaverso?

Il metaverso e gli NFT sono due lati della stessa medaglia, poiché uno completa l'altro apportandogli valore e aggiungendo casi d'uso per giustificarne l'esistenza.

Chi è minimamente pratico di videogiochi, sa sicuramente che nella maggior parte di essi esistono dei sistemi di personalizzazione del personaggio utilizzato.

Cose come armi, corazze, parrucche e infiniti altri oggetti vengono ogni giorno utilizzati per migliorare le statistiche o anche solo per abbellire il proprio alter ego.

Fino a ora però sono sempre stati condivisi con tutti gli altri giocatori, nel senso che chiunque poteva utilizzarli con la conclusione che tutti finivano per assomigliarsi in qualche modo.

Gli NFT, essendo unici, possono dare a questi personaggi virtuali degli oggetti unici da indossare o utilizzare, aiutando coloro che vogliono distinguersi dalla massa.

Non solo, essendo arte digitale ed essendo che nei metaversi possono esistere dei musei nei quali si entra pagando in criptovalute, questi posti diventano il luogo ideale per esporre gli NFT.

Persone da tutti il mondo potrebbero semplicemente creare la propria galleria e permettere a tutti i passanti di vedere la collezione, guadagnando per il servizio offerto.

Ecco che tutti i pezzi del puzzle sembrano confluire verso il centro laddove metaverso, NFT e criptovalute trovano la perfetta dimensione d'esistenza anche se, ovviamente, non certo l'unica.

Perché le criptovalute si combinano col metaverso

Qui è tempo di parlare anche del perché esistano così tante criptovalute legate al metaverso, quando si potrebbe semplicemente usare le più famose per le transazioni in game.

La risposta a questa domanda è più complessa e articolata di quanto si potrebbe pensare, in quanto vi sono molte monete che fanno cose diverse a seconda del caso.

Per esempio ci sono quelle delle DAO come Polis di Star Atlas, le quali sono nate per dare ai possessori diritti di governance per le decisioni legate allo sviluppo.

In pratica detenendo quei token, si ha diritto di votare insieme a tutti gli altri per le scelte da intraprendere per il presente e il futuro, cosa che fa felice chi crede nel progetto e vuole farne attivamente parte.

Altre monete invece sono proprietarie della piattaforma stessa e vengono utilizzate all'interno del gioco per eseguire transazioni economiche, senza passare per Bitcoin o Ethereum.

Altre ancora fanno la stessa cosa di quest'ultime ma non sono affatto proprietarie della piattaforma, ma sviluppate da terzi con lo scopo di essere utilizzate all'interno del metaverso come criptovalute di scambio per un certo tipo d'operazioni.

Quali sono i principali metaversi e rispettive criptovalute?

Nella corsa ai principali metaversi vi sono chiaramente dei progetti che stano più avanti rispetto ad altri, con le criptovalute che hanno visto degli incrementi assolutamente pazzeschi.

Qui però è bene specificare che questa è solo una semplice spiegazione, non certo un invito all'acquisto o, peggio, un qualche tipo di consiglio finanziario. 

In tutto questo, quelli che hanno davvero dimostrato qualcosa fin'ora, sono  davvero pochi e non si può nemmeno dire che il gioco stesso sia a un livello avanzato dello sviluppo.

Il primo per capitalizzazione di mercato è Decentraland col token Mana, un metaverso già attivo e funzionante che gira sulla blockchain Ethereum.

Altri due nomi di rilievo sono The Sandbox e Axie Infinity, entrambi molto vicini a Decentraland per popolarità e capitalizzazione di mercato.

Si ma oltre a questi? Beh, esistono davvero centinaia se non migliaia di titoli sparsi in giro, tanto che si fa davvero fatica a star dietro a tutte le novità del settore.

Il problema è che ben pochi di essi possono davvero considerarsi rilevanti o in grado di spiccare in mezzo al mucchio, ma questo ovviamente potrebbe cambiare in un prossimo futuro.

Il futuro dei metaversi e delle loro criptovalute

Quale futuro si prospetta per questi metaversi e per le criptovalute a essi associate? Beh, questo è davvero difficile da dire con certezza, ma si può fare qualche ipotesi.

In questo particolare periodo storico si può tranquillamente affermare che vi sia un'importante bolla speculativa intorno al settore, il che ha portato rialzi pazzeschi.

Purtroppo molti di questi titoli minori non meritano delle attenzioni che godono, cosa che li mantiene appesi al filo della popolarità dei metaversi e del gaming su blockchain.

Al momento della scrittura dell'articolo, la maggior parte di questi mondi virtuali è in fase embrionale e molti non sono nemmeno stati lanciati sul mercato.

Tutti i capitali arrivati qui sembrano molto in anticipo rispetto ai tempi e potrebbero essere puramente speculativi, pronti ad andarsene non appena si sgonfierà la bolla.

Questo porterà sicuramente alla chiusura di progetti minori e fatti solo per moda, ma aiuterà quelli che hanno un vero valore a gettare le basi per il futuro.

Sicuramente il metaverso e le criptovalute connesse sono il futuro, ma quanto questo sia lontano non è facile capirlo. Quello che è certo è che, guardando il quadro completo, è meglio lasciare calmare le acque prima di valutare investimenti qui.