Se oggi ci si volesse buttare nel mondo delle criptovalute, vi sarebbe un ampio ventaglio di piattaforme da scegliere per comprarle in tutta sicurezza e senza problemi.

Tra questi non di può certo non menzionare FTX, uno degli exchange che si sta facendo largo a suon di marketing e qualità nel panorama cripto, attirando ogni giorno nuovi utenti.

Il fatto che sia però uno dei più professionali e complessi, unito alla presenza di una seconda piattaforma con questo nome, potrebbe causare qualche problema a tutti coloro che vogliono utilizzarlo.

Esiste infatti FTX Pro, la versione più avanzata con strumenti adatti al trader esigente e FTX ex Blockfolio, quella più snella e intuitiva utile per chi nelle criptovalute desidera solo investire.

Al fine di mettere un po' d'ordine, un bel tutorial in grado di spiegarne ogni funzione e fare luce sui piccoli e grandi misteri che avvolgono le sue funzioni, non può che giovare a chi si approccia a essa per la prima volta.

Ovviamente, qualunque sia il tipo d'operazioni che si desidera fare, è bene essere sempre consapevoli che in questo come in qualunque altro mercato, la scarsa conoscenza può portare a errori e anche alla perdita dei propri averi.

In questo video di Io Investo viene spiegato il funzionamento e le dinamiche dei futures in generale.

Comprare criptovalute su FTX ex Blockfolio

FTX ex Blockfolio fa della semplicità il suo cavallo di battaglia in quanto presenta un'interfaccia davvero pulita e senza fronzoli, con il minimo indispensabile per operare.

Piccola premessa, al momento della scrittura di quest'articolo non era ancora stata implementata la traduzione in italiano del sito, cosa che per molti potrebbe risultare una barriera insormontabile nonostante l'intuitività.

Una volta scaricata l'app, prima di poter iniziare a depositare fondi, occorre registrarsi fornendo le proprie generalità sia personali che legate alla residenza.

Fatto questo bisogna poi completare il KYC (know your costumer) scannerizzando un proprio documento d'identità attraverso la fotocamera.

Una volta terminato si è pronti per cominciare ad acquistare criptovalute andandole a scegliere dalla lunga lista disponibile e pigiando sul bottone "buy" per procedere al pagamento.

A questo punto sarà necessario scegliere come si desidera completare il trasferimento di denaro tra l'opzione della carta di credito, il bonifico SEPA o attraverso il bonifico wire che FTX stessa sconsiglia.

Ora che si hanno le criptovalute nel portafogli, non restano molte altre cose da fare a parte il metterle a rendita con una percentuale fissa dell'8% annuo.

Su alcune valute potrebbe non sembrare una cifra considerevole ma, se si dà uno sguardo agli interessi medi su Bitcoin o Ethereum, è facile accorgersi che difficilmente si può trovare di meglio.

Per mettere a rendita i propri averi si deve andare sul portafogli, cliccare sulla valuta desiderata e dal menù sottostante terminare il processo.

Comprare criptovalute su FTX Pro

FTX Pro è il paradiso di tutti i trader professionisti nel campo delle criptovalute e anche delle azioni tokenizzate, in quanto si ha accesso a tutta una serie di prodotti derivati che difficilmente si possono reperire altrove.

Piccola premessa, sebbene qui sia presente la traduzione in italiano, molte diciture lasciano alquanto a desiderare per non dire che sono completamente sbagliate, quindi è bene prestare attenzione.

Sicuramente una migliore traduzione è in fase di sviluppo ma, per un exchange di questo calibro, avere una versione italiana che sembra uscita da un pessimo Google traduttore non è certo una nota di merito.

Per registrarsi l'operazione è la medesima di ex Blockfolio ma, da qui in avanti, tutto il resto cambia radicalmente tanto da avere poco o nulla in comune con l'app omonima.

Lo si nota fin dal primo sguardo vedendo tutta la serie di menù e sotto menù che sono presenti qui e che mancavano altrove, i quali portano a una serie di funzioni profondissime.

Per prima cosa, quando si vogliono depositare dei fondi, l'operazione prevedi di recarsi sul proprio wallet e da qui scegliere la voce "deposito" per poter procedere.

Una volta qui si potrà decidere che cosa depositare, se una criptovaluta o se una FIAT quali Euro, Dollaro o molte altre.

Se si opta per le FIAT allora il Dollaro è certamente quella che permette le migliori opzioni, un quanto lo si può versare attraverso la carta, il bonifico SEPA o altri tipi di trasferimenti più o meno simili.

Come fare trading di criptovalute su FTX Pro

Come detto, FTX Pro mette a disposizione dell'utente tutta una serie di strumenti molto utili per poter fare trading di criptovalute nel modo più avanzato e professionale possibile.

Questo include un grafico a candele giapponesi aggiornato in tempo reale, il quale si può impostare in modo che visualizzi l'andamento del prezzo di ogni singola cripto su diverse finestre temporali.

Per accedere a questa sezione si deve andare nel menu del mercato, dove si trovano tutti gli asset acquistabili su questa piattaforma.

Una volta scelto quello desiderato, si clicca sopra per aprire la finestra di trade dove fare acquisti e vendite attraverso diverse modalità perfette per i vari scenari.

Si può per esempio comprare seduta stante e al prezzo attuale, creare un limit order che andrà a eseguire l'operazione una volta che la moneta raggiunge un valore impostato o piazzare degli stop loss o take profit per vendere al momento più congeniale.

Il medesimo meccanismo è applicabile ai futures, al mercato spot, ai token in leva e a qualunque altro elemento tradabile su FTX Pro, senza eccezioni.

Ovviamente ognuno di questi asset ha il suo determinato scopo e utilizzo, quindi è bene informarsi prima di acquistare o vendere cose delle quali non si comprendono correttamente i meccanismi.

Tradare i futures di criptovaliute su FTX

I futures sono forse uno degli elementi più sofisticati dell'intero panorama delle criptovalute, in quanto permettono di aprire posizioni di copertura per agire in controtendenza al mercato.

Questi derivati sono delle vere e proprie predizioni sul prezzo finale del token, i quali possono divergere anche di molto rispetto al valore del mercato spot.

Se si pensa che il prezzo di un certo asset scenderà nel futuro ma si ha una posizione spot aperta che non si vuole toccare, andando ad acquistare un futures short si potrà trarre profitto dal calo di prezzo.

In questo modo si andrà a compensare parte delle perdite, limitando i danni e portando a casa parte del guadagno il quale stava pian piano assottigliandosi.

La profondità di questi derivati va oltre la semplice spiegazione superficiale, quindi è bene assicurarsi di averli compresi a fondo prima di buttarcisi a capofitto.

Acquistare criptovalute in leva su FTX

I token in leva così come il margin trading prevedono una dinamica e un approccio al mercato molto aggressivo, ma che comporta anche dei rischi enormi.

In pratica, tutti coloro che vogliono speculare e fare trade di breve durata, possono decidere di "potenziare" la propria posizione aggiungendo una leva alla stessa.

Questa leva non è nient'altro che un prestito di denaro da parte della piattaforma, la quale permette di moltiplicare l'allocazione in modo da ottenere guadagni (e perdite) multipli.

Il vantaggio sta nel fatto che, ogni singolo punto percentuale di profitto, verrà moltiplicato per la forza della leva in modo da permettere introiti stellari anche a chi non ha un capitale speculativo molto ampio.

Di contro però, così come crescono le rendite, anche le perdite (nel caso ve ne siano) saranno molto più ampie al minimo segno di flessione del mercato.

Se nel caso di un rialzo l'unica preoccupazione sarà quella di dover restituire i soldi più una piccola percentuale d'interessi, se si assiste a un crollo ci si ritroverà molto presto al verde.

Quando il prezzo scende infatti, la piattaforma manterrà la posizione aperta solo per il valore del denaro personale allocato, non tenendo conto del capitale in prestito.

Il che significa che se si ha una leva 5x, in caso ci sia un ribasso del 20% si verrà liquidati con una successiva penale da pagare in aggiunta. Capito questo è bene fare molta attenzione ed evitare di trovarsi nella situazione di subire una liquidazione.

Acquistare azioni su FTX

Su FTX non si possono solo comprare criptovalute, infatti la piattaforma mette a disposizione dei clienti alcune delle azioni più famose presenti nel mondo.

Questo significa che è possibile investire in Google, Apple, GameStop o quant'altro semplicemente utilizzando FTX Pro e restando comodamente seduti sul divano di casa propria.

In verità qui è necessario fare una piccola precisazione, queste fantomatiche azioni non sono le stesse che si possono acquistare normalmente, ma delle tokenizzazioni dei vari asset che seguono in tutto e per tutto il loro andamento sul mercato.

Non solo, si avrà poi anche la possibilità di partecipare agli utili dell'azienda stessa, ottenendo una percentuale proporzionale all'allocazione dei loro ricavi annui.

L'unica vera differenza sta nel fatto che questa tokenizzazione, a differenza dell'azione originale, non dà la possibilità di votare in caso di consiglio aziendale.

Questo può risultare un problema per alcuni ma, almeno fin che si rimane nell'ambito puramente speculativo, non vi è ragione per curarsi di queste differenze.

FTX Pro quindi non è solo una piattaforma ottima per la compravendita di criptovalute semplici, ma offre tutta una serie di altre possibilità davvero ghiotte per gli investitori.

Anche altri exchange in passato hanno provato a raggiungere questo livello, ma si sono trovati a scontrarsi con leggi e cavilli burocratici legali che li hanno costretti a desistere.

Il bello di FTX è che ha basato il suo successo su un ferreo rispetto delle regole, premunendosi in anticipo di fare le cose a regola d'arte per non trovarsi poi a dover offrire disservizi ai propri clienti.

Questo rigore l'ha catapultata dalle retrovie fino a occupare una delle posizioni principali nel mondo cripto, con prospettive davvero interessanti per il futuro.