L'esigenza della privacy, nel settore crittografico, non rende le persone, per forza, dei criminali. Questo è quanto, tra l'altro, ha riportato Paul de Havilland su cryptobriefing.com nell'elencare le migliori 10 criptomonete orientate alla privacy, e ponendo inoltre l'accento sul fatto che il bisogno di riservatezza è ancora alto da parte di chi punta ad effettuare transazioni elettroniche senza il rischio di dover essere rintracciato.

Il Bitcoin non è la criptovaluta anonima per eccellenza, ecco perché

Mentre la maggior parte delle transazioni in criptovaluta è rintracciabile sulla blockchain, le monete virtuali orientate alla privacy utilizzano una serie di protocolli per oscurare gli indirizzi delle parti coinvolte nelle operazioni. 

Questo per dire che il Bitcoin (BTC), nonostante sia la criptomoneta più capitalizzata, non è l'asset digitale anonimo per eccellenza. Le criptovalute di cui parliamo, infatti, sono 'private' per impostazione predefinita, o comunque offrono funzionalità di protezione dell'identità come opzione.

Ecco i 10 migliori asset digitali orientati alla privacy, da Monero a Verge 

Secondo Paul de Havilland, i 10 migliori asset digitali orientati alla privacy sono i seguenti:

  1. Monero (XMR)
  2. Zcoin (XZC)
  3. Bytecoin (BCN) 
  4. Grin (GRIN) 
  5. Super Zero (SERO)

Queste 5 criptomonete sono focalizzate sulla privacy, mentre le migliori 5 con la riservatezza come funzione opzionale sono le seguenti:

  1. Dash (DASH)
  2. Zcash (ZEC)
  3. Horizen (ZEN)
  4. Komodo (KMD)
  5. Verge (XVG)

Ecosistema crittografico, le criptovalute orientate alla privacy continueranno a coesistere

La privacy è un aspetto importante dell'ecosistema crittografico, e per questo, secondo il redattore di cryptobriefing.com, questi progetti, anche se magari di nicchia, continueranno a svilupparsi ed a coesistere rispetto ad asset digitali più noti e più scambiati come il Bitcoin (BTC).