Se dovesse andare a buon fine, il piano segreto di Facebook per il lancio di una nuova criptovaluta - un "gettone" digitale costruito con la stessa tecnologia del Bitcoin, la blockchain - rappresenterebbe per il gigante dei social media un interessante diversivo dopo gli scandali dell'ultimo anno, ma anche una notevole fonte di nuovi ricavi in grado di assicurargli entrate fino a 20 miliardi nei prossimi anni. 

Criptovalute: quanto vale un Bitcoin targato Facebook?

E' quanto sostenuto in una nuova nota dagli esperti della banca britannica Barclays, che hanno commentato lunedì scorso le recenti rivelazioni di diverse fonti di stampa, dal New York Times a Bloomberg, secondo cui la società di Menlo Park starebbe lavorando da tempo ad un progetto che riguarda l'utilizzo di criptovalute per effettuare pagamenti tramite la sua piattaforma di messaggistica istantanea Whatsapp. 

Criptovaluta Facebook: un business che può valere 19 miliardi 

Secondo l'analista Ross Sandler, che basa le sue stime sui tassi di monetizzazione di Google Play, l'app store di Google, attraverso una "Facebook Coin" e i servizi ad essa collegati il gruppo di Zuckerberg - che si avvarrebbe del peso dei suoi quasi 3 miliardi di utenti globali  - potrebbe generare entro il 2021 tre miliardi di ricavi aggiuntivi nello scenario di base e diciannove miliardi di ricavi nello scenario più ottimista. Senza peraltro dover affrontare i rischi legati al business che tanti grattacapi gli ha dato nell'ultimo periodo: la pubblicità.