Cerchi un regalo di Natale dell'ultimo minuto? Hai una fantastica opzione da scegliere, che non avrà alcun problema di spedizione o ritardo e che richiede solo qualche minuto e un semplice clic. Di cosa stiamo parlando? Ma delle criptovalute, ovvio!

Dopo un anno in cui la criptovaluta è esplosa in quanto a popolarità, non saresti l'unica persona a pensare ad essa come regalo per amici e parenti, regalo molto molto apprezzato. Secondo un recente sondaggio di BlockFi, infatti, una persona su 10 regala criptovalute durante le festività natalizie.

Potresti decidere di regalare monete famose come Bitcoin ed Ethereum. Acquistarle oggigiorno è diventato più facile, tramite piattaforme come Paypal e Venmo e scambiarle tramite app come Robinhood o Coinbase. Molte di queste piattaforme hanno reso ancora più semplice regalare criptovalute rispetto al passato.

Vediamo però quali aspetti dovresti considerare prima di decidere di regalare criptovalute per Natale.

Aspetti da considerare prima di regalare criptovalute per Natale

Sebbene le criptovalute siano un'idea regalo unica e popolare quest'anno, ci sono alcune cose che dovresti considerare prima di decidere di regalarle, dicono gli esperti.

Regalare criptovalute è molto simile a regalare un biglietto della lotteria, per fare une esempio concreto e comprensibile. "Il regalo potrebbe essere un enorme successo per i tuoi cari o potrebbe non portare a nulla", afferma Grant Maddox, un CFP indipendente con sede in South Carolina.  

Oltre a sapere questo, devi necessariamente chiederti se il destinatario sia effettivamente interessato alle criptovalute. Se sei certo che il destinatario apprezzerebbe, allora procedi. 

Se dovessi decidere di regalare Bitcoin o Ethereum, allora regaleresti davvero qualcosa di valore. A quel punto il regalo assomiglierebbe molto ad una quota di azioni di una società, per fare un esempio e sarebbe molto apprezzato.

Regalare criptovalute per Natale, quali scegliere?

Ci sono migliaia di criptovalute , quindi dovrai decidere quale tipo di criptovaluta regalare. Bitcoin è sempre ai primi posti, perché più famosa e perché è la criptovaluta in cui si investe maggiormente. Poi ci sono Dogecoin ed Ethereum al secondo e terzo posto, secondo i dati di BlockFi. 

Gli esperti indirizzano verso Bitcoin ed Ethereum, seguendo la regola del 5%, ovvero non dedicare più del 5% del proprio portafoglio investimenti ad attività rischiose come le criptovalute. Non investire in criptovalute a discapito di altre priorità finanziarie. 

Cosa devi considerare se hai intenzione di regalare criptovalute per Natale, o ti ritrovi a riceverne in dono

Criptovalute come regalo di Natale: considera la loro volatilità.

Le criptovalute sono un investimento ad alto rischio, ma anche ad alto rendimento. In altre parole, c'è la possibilità che la tua criptovaluta veda una grande crescita di valore negli anni futuri. Ma è altrettanto probabile che perda completamente il suo valore, lasciandoti con un pugno di mosche in mano. 

Se vuoi regalare criptovalute come regalo di Natale, assicurati che il destinatario comprenda quali rischi comporta investire in criptovalute. 

Quando si decide di regalare criptovalute, la volatilità è uno dei grandi rischi che bisogna assumersi, non se ne può fare a meno.

Criptovalute come regalo di Natale: quali sono le implicazioni fiscali?

Chi regala criptovalute non deve preoccuparsi del fisco, sono i destinatari del regalo che potrebbero trovarsi a pagare le tasse in futuro solo se vendono o trasferiscono la criptovaluta. Perché la tasse si pagano sulle plusvalenze.

Se la tua criptovaluta guadagna valore nel tempo, godrai di una plusvalenza quando la vendi o la trasferisci. Anche il tempo conta. Qualsiasi criptovaluta detenuta per meno di un anno è un guadagno a breve termine. Se lo possiedi per più di un anno, è un guadagno a lungo termine. Queste differenze possono influenzare l'aliquota fiscale applicata. Se però ti ritrovi a pagare delle imposte, significa che hai avuto dei profitti.

Se invece di una plusvalenza, ci sarà una minusvalenza, potrai detrarla dalla dichiarazione dei redditi. 

Una volta deciso di regalare criptovalute per Natale, stabilisci come inviarle

Una volta che decidi di regalare la criptovaluta, dovrai capire come la invierai effettivamente. Due modi comuni per dare criptovalute sono tramite carte regalo che possono essere riscattate poi in criptovalute o inviandole direttamente a qualcuno tramite uno scambio da un portafoglio crittografico a un altro. 

L'importante è che sia il donatore che il destinatario abbiano un portafoglio crittografico o un account di scambio per completare la transazione. Se stai regalando criptovalute a qualcuno che non ha già un account o un portafoglio, dovrà crearne uno per ricevere il regalo. 

Le carte regalo crittografiche coinvolgono terze parti che possono aumentare la complessità sia per il destinatario che per il mittente. Qualunque sia la tua strada, abbi cura di condividere i dettagli con il destinatario, in modo che possa ricevere in serenità il regalo.

Ci sono dei costi da sostenere per regalare criptovalute?

Le commissioni sono un'altra cosa da considerare, che vengono spesso addebitate per ogni transazione e possono variare a seconda che tu sia il venditore o l'acquirente. 

Coinbase non addebita alcun costo per il trasferimento di criptovalute da un portafoglio Coinbase a un altro, ad esempio. Ma al destinatario verrà addebitata una commissione se vende o sposta la propria criptovaluta dalla piattaforma Coinbase, e i costi sono piuttosto elevati, durante la transizione.

Se vuoi regalare criptovalute per Natale, sii certo che il destinatario sia interessato

Non tutti sono interessati alle criptovalute, e questa dovrebbe essere la prima cosa che devi considerare prima di optare per questo tipo di regalo di Natale. 

Non c'è niente di sbagliato nel dare o ricevere criptovalute, ma per fare una bella figura, devi solo essere sicuro che il destinatario apprezzerà! Perché se non è minimamente interessato ad esse, non sarà un regalo gradito.

Il fatto è che un regalo in criptovaluta teoricamente ha il potenziale per aumentare di valore nel tempo, anche se il destinatario non le rivende subito. Anche se ovviamente sappiamo che, essendo volatili, potrebbero anche diminuire di valore.

Questo tipo di regalo potrebbe avere anche uno scopo educativo, ovvero persuadere amici e parenti a conoscere meglio le criptovalute, visto che con i token ricevuti in regalo potrebbero iniziare a fare trading e guadagnare altri profitti in futuro.

App come PayPal, Venmo e Cash App hanno reso semplice per le persone inviare criptovaluta a chiunque abbia un account. Alcune piattaforme addebitano una commissione, ma non tutte. Stockpile e Cash App sono attualmente le piattaforme che vendono carte regalo per azioni, con Cash App che annuncia questa settimana che gli utenti possono regalare Bitcoin anche se il proprietario dell'account non possiede alcuna criptovaluta.

Insomma avete solo l'imbarazzo della scelta: scegliete la criptovaluta giusta, sinceratevi che il destinatario sia interessato e scegliete il modo in cui inviarla. Farete un figurone con questo regalo di Natale innovativo!