Sulle criptovalute è in atto una massiccia correzione che, tra l'altro, ha portato in queste ore il Bitcoin (BTC) a rompere al ribasso quota 6.000 contro il dollaro. Gli esperti del settore, pur tuttavia, guardano con attenzione alla questione relativa all'exchange Bitfinex ed alla criptovaluta Tether (USDT) che come caratteristica ha quella di essere agganciata al dollaro nel rapporto di 1 a 1. 

Bitfinex e Tether tirati in ballo dagli organi regolatori americani 

Nello scorso mese di dicembre del 2017 Bitfinex e Tether sono finiti sotto i riflettori degli organi regolatori americani alimentando il sospetto sul rally di dicembre del Bitcoin. In pratica si teme che l'ascesa del Bitcoin, fino in area 19mila contro il dollaro, sia stata artificiosa e strettamente legata ad un'emissione massiccia di Tether

Bitfinex ha riserve sufficienti per nuovi token Tether?

Inoltre, nell'emettere nuovi token Tether, Bitfinex potrebbe non avere riserve sufficienti per sostenere il rapporto di 1 a 1 contro il dollaro americano. Sullo stato di cose che circonda Tether è intervenuto il fondatore di Litecoin Charlie Lee via Twitter, sostenendo che l'emissione di USDT è continuata anche dopo l'avvio dell'investigazione da parte degli organi regolatori americani, e che questo di certo rappresenta un buon segno.