La tecnologia è un'arma a doppio taglio: dipendendo da come la si usa si possono ottenere grandi risultati o grandi disastri. Così è per la blockchain, la tecnologia moderna che sta alla base del funzionamento delle monete digitali e che ha permesso di sviluppare un nuovo concetto di scambio, diretto e senza intermediari.

Ci sono molti progetti che gli sviluppatori stanno portando avanti per proporre nuove alternative ecologiche dimostrando che la sostenibilità dovrebbe essere il motore trainante e non un plus. Come afferma Mitch Liu, CEO Theta Network:

"il significato culturale attribuito alla crisi del cambiamento climatico potrebbe istigare la creazione di soluzioni decentralizzate all'avanguardia." 

Ecco quando le nuove tecnologie abbracciano i temi ambientali!

Blockchain e i progetti di sensibilizzazione ambientale

La tecnologia blockchain permette di gestire e controllare un universo molto grande, così grande da cambiare radicalmente il concetto di Internet. Infatti al giorno d'oggi si può parlare di Internet dei valori, un nuovo modo per scambiare appunto un valore e non solo un'informazione.

Le criptovalute sono solo una delle tante applicazione di queste nuove tecnologie. La blockchain ora prosegue a pari passo con l'intelligenza artificiale e vede già alcuni riscontri pratici come Pachama, Dovu e ClimateDAO.

Pachama e Dovu sono alcuni dei progetti in corso che si avvalgono dell'intelligenza artificiale con l'obiettivo di responsabilizzare e aumentare la coscienza ambientale delle persone all'interno dei contesti aziendali. Tramite calcoli e statistiche mostrano dati sull'impronta di carbonio e attraverso degli spazi di condivisione si cercano alternative di miglioramento.

Il lavoro di ClimateDAO invece si basa sulla messa in comune delle risorse dei suoi membri con il fine di acquistare azioni di grandi aziende inquinanti per rendere le loro attività più sostenibili dall'interno.

I progetti proposti si affiancano alle linee guida delle Nazioni Unite e si sviluppano in stretta collaborazione con enti internazionali che si occupano di tematiche ambientali come REDD+. Pachama per esempio è arrivata anche in Colombia dove sono stati pianificati interventi ecosistemici riparativi contro la deforestazione costiera.

Leggi anche: La blockchain potrebbe migliorare la crisi climatica?

Il mondo delle criptovalute verso uno sviluppo sostenibile

Anche nel mondo delle criptovalute si stanno sviluppando nuove tendenze verso uno sviluppo sostenibile. La Climate Chain Coalition e Crypto Climate Accord sono per esempio alcune iniziative che cercano di sensibilizzare gli sviluppatori e gli investitori verso scelte sostenibili.

La Climate Change Coalition (CCC) si dirige verso un pubblico più ampio ed ha come scopo:

"il supporto e la collaborazione tra i membri e le parti interessate per far progredire la blockchain e le relative soluzioni digitali (ad es. IoT, big data) per aiutare a mobilitare i finanziamenti per il clima e migliorare l'MRV (misurazione, rendicontazione e verifica) per scalare le azioni climatiche per la mitigazione e l'adattamento."

170 membri di 44 Paesi hanno aderito dimostrando un interesse collettivo di scambio e miglioramento delle condizioni ambientali odierne. 

Il Crypto Climate Accord nasce dalla necessità di gestire la crescente domanda di criptovalute e il problema legato al consumo di energia della tecnologia che provoca gravi impatti sul clima. In particolare l'accordo nasce per "accelerare lo sviluppo di soluzioni digitali #ProofOfGreen e stabilire un nuovo standard da seguire per altri settori."

Leggi anche: Ecco 3 soluzioni per rendere più sostenibili le criptovalute!

Gli NFT creati per l'ambiente e la salvaguardia delle specie animali

Blockchain, criptovalute e NFT sono diventati un argomento sempre più di tendenza ma allo stesso tempo sono entrati nel mirino degli ambientalisti aggiudicandosi il riconoscimento di contaminanti e non sostenibili. 

Gli NFT sono strettamente legati alle criptovalute in quanto acquistabili e vendibili solo con le monete digitali. Presentano quindi alcuni problemi problemi affini alle criptovalute come per esempio l'alto consumo di energia elettrica ma in realtà ci sono molti progetti che propongono applicazioni concrete nella lotta contro il cambiamento climatico e sensibilizzazione ambientale.

Gli NFT più popolari sono relazionati con il mondo dell'arte. Tra le ultime opere esposte troviamo ZooLife, il primo zoo totalmente virtuale al mondo: le persone possono camminare e vedere gli animali attorno a loro come se stessero percorrendo i sentieri di uno zoo. 

Un altro progetto NFT è stato presentato da un gruppo rappresentativo dei Parchi Nazionali. Diventando un membro ci sarà la possibilità di partecipare agli eventi e sostenere i parchi nazionali aiutando  preservare la fauna e la flora attraverso diversi progetti. ‍

Leggi anche: Ecco gli impatti degli NFT sull’ambiente