Quindi, se sul mercato, al netto della volatilità, possedere 1 USDT significa avere in portafoglio uno stablecoin avente un valore di mercato pari a 1 dollaro, e viceversa, in realtà per garantire questo rapporto Tether andrà ad utilizzare, almeno in parte, risorse ed asset differenti dalle cosiddette valute fiat.

Cambio di paradigma per il dollaro digitale tra indiscrezioni, accuse e dicerie

Per Tether si tratta di un importante cambio di paradigma dopo tanti rumors, spesso solo dicerie, legate al mancato possesso di sufficienti dollari per sostenere i token USDT sul mercato. E questo anche perché Tether non ha mai fornito in maniera chiara, completa e trasparente un controllo indipendente delle proprie garanzie in dollari. Al punto che in passato alcuni ricercatori hanno anche ipotizzato che nel 2017 Tether e Bitfinex avrebbero manipolato il prezzo del Bitcoin usando proprio USDT.