Dopo un inizio marzo poco entusiasmante arrivano finalmente gli acquisti su Dash (DSH).

La seduta di ieri si è chiusa con un rialzo importante del 9.80%; le contrattazioni si sono aperte a 84.85 e chiuse a 92.85 dollari (dati di Bitfinex).

Il mercato è riuscito a superare l’ostacolo dato dalla resistenza dinamica posizionata a quota 87 dollari e ora prepara l'attacco al livello chiave dei 100 dollari.

Al momento della scrittura, la quattordicesima criptovaluta per capitalizzazione di mercato continua a scambiare in territorio positivo e nelle ultime 24 ore mostra un saldo del +11%, secondo i dati di CoinMarketCap.

Il quadro tecnico non è tuttavia ancora in grado di supportare l'apertura di nuove posizioni long e in quest’ottica bisognerà attendere un ulteriore sforzo associato al recupero di quota 100 dollari, confermato in chiusura.

Le prossime resistenze sono a 100, 120, 140, 150, 160, 180, 190, 215 e 250 dollari; troviamo invece supporti a 80, 65, 60, 50 e 40 dollari.

Per chi volesse acquistare Dash

Attendere il recupero in chiusura di 100 dollari, confermato in chiusura; primo target a 120 e stop loss a 75 dollari.

Per chi detiene attualmente Dash

Liquidare le posizioni

Per chi volesse vendere Dash

Segnale di vendita scattato l'11 ottobre, possibili nuove entrate short sui pullback fino a quota 95 dollari con target il retest dei livelli già raggiunti ed in estensione 50 dollari; stop loss a 100 dollari.

Target

Rialzista

  • 120
  • 140