Ethereum (ETH) è ancora alle prese con una forte pressione in vendita; la terza criptovaluta per capitalizzazione di mercato ha fatto registrare ieri un calo dell'8,60% (secondo i dati di Bitfinex), con le contrattazioni che si sono aperte a 138,18 e chiuse a 126,30 dollari.

Da cinque sedute consecutive (compresa quella odierna) Ethereum sta aggiornando i minimi annuali; al momento della scrittura la criptovaluta sta scambiando in positivo ma ha già toccato un nuovo livello minimo a 119,52 dollari.

In circa 10 giorni Ethereum ha praticamente quasi dimezzato il proprio valore.

Il quadro tecnico è più che mai precario ed il breakout al di sotto di 175 dollari ha fornito il propellente per un’accelerazione al ribasso e a livello tecnico non ci sono difese significative fino a quota 100 dollari.

Per l'apertura di nuove posizioni long manteniamo per ora una view su quota 250 dollari, in attesa di osservare l’evoluzione del quadro tecnico, anche se il recupero di area 175 dollari fornirebbe un segnale di fiducia per il mercato.

Le prossime resistenze sono posizionate a 175, 200, 250, 300 e 350 dollari, mentre il prossimo supporto degno di nota  è a quota 100 dollari.

Per chi volesse acquistare Ethereum

Acquistare al breakout di 250 dollari, se confermato in chiusura, con stop a 175 dollari e primo target a 300 dollari.

Per chi detiene attualmente Ethereum

Liquidare le posizioni.

Per chi volesse vendere Ethereum

Segnale scattato con il breakout di 175 dollari; possibili ora vendite sui rally di mercato fino ad area 170 dollari, con take profit a 100 dollari e stop loss a 175 dollari.