Criptovalute: queste sconosciute o conosciute? Ultimamente non si parla di altro che di questa nuova frontiera dell’investimento, ma la vera domanda è: si guadagna con le criptovalute? Sono considerabili seriamente un’opportunità? Ma soprattutto le persone danno loro il giusto valore? Ebbene, in questo articolo andremo proprio ad analizzare tutte le loro sfaccettature mettendo in luce cosa sono nello specifico, come funzionano e, soprattutto, se davvero si guadagna con le criptovalute.

Cosa sono le criptovalute?

Parlando di monete virtuali, sicuramente la prima cosa che viene in mente è Bitcoin, la prima criptovaluta in assoluto che ha dato vita poi al nuovo impero dell’investimento. Tutto iniziò proprio nel 2008. Uno sconosciuto, con lo pseudonimo di Satoshi Nagamoto, diede vita al Bitcoin, moneta digitale che nei primi due anni rimase in fase di sperimentazione fino a quando nel 2011, cominciarono a parlarne i media e iniziarono ad apparire le prime piattaforme volte all’acquisto e alla vendita della stessa. Ed eccoci oggi, in mezzo a quello che possiamo definire “il nuovo boom dell’investimento virtuale”.

E’ chiaro però che Bitcoin sia stata la prima criptovaluta inventata ma non l’unica. Oltre ad esso troviamo l’Ethereum,  Litecoin, Monero, Waves, Ripple e IOTA (le uniche che non si basano sul sistema blockchain), Cardano, Stellar e Dash.

Il loro funzionamento avviene tramite un mittente e un destinatario e il messaggio viene inviato o ricevuto attraverso un indirizzo.

Non a caso tutte le transazioni tra criptovalute avvengono proprio attraverso un indirizzo alfanumerico.