Il produttore Taiwanese di smartphone HTC ha comunicato il lancio di una seconda generazione dello smartphone blockchain Exodus 1, entro la fine del 2019.

Il nuovo modello, l'Exodus 1s fornirà maggiore supporto per le applicazioni decentralizzate (dapps) e soprattutto sarà in grado di eseguire un intero nodo bitcoin; in altre parole, convaliderà e trasmetterà le transazioni Bitcoin e contribuirà a mantenere in esecuzione la rete blockchain.

Il rilascio del nuovo smartphone è previsto per il terzo trimestre del 2019 e costerà verosimilmente tra i 250 e i 300 dollari; sarà quindi molto più economico del precedente modello.

Phil Chen, HTC Chief Decentralized Officer, immagina una rete decentralizzata utilizzando la tecnologia blockchain.

"Gli smartphone blockchain sono progettati per mantenere al sicuro e sotto il tuo controllo tutte le informazioni delle tue attività finanziarie"

ha riferito Chen.

Al momento del lancio HTC supporterà solo la blockchain di bitcoin, ma Chen non ha escluso l'aggiunta del supporto per altre reti in futuro.

Il supporto integrato all'interno degli smartphone per blockchain e criptovalute sta registrando una notevole crescita negli ultimi mesi; oltre ad HTC anche Samsung offre supporto integrato per i vari criptoasset nel nuovo modello Samsung Galaxy S10.

Per restare sempre aggiornato sul mondo delle cryptovalute, iscriviti al nostro canale telegram gratuito cliccando qui.