Per quale motivo la cina vuole a tutti i costi una sua moneta digitale?

Il governo cinese è stato uno dei primi divulgatori, nel proprio territorio, della tecnologia Blockchain e dele criptovalute.

Hanno investito ed investono tutt'ora sul Bitcoin cercando di far emergere il meno possibile la loro visione futura che sicuramente non è solamente incentrata sull'investimento a lungo periodo sulle criptovalute , ma altresì a trovare un'escamotage per consentorgli di sorpassare restrizioni economico-monetario a cui è sottoposta oggi.

Un risultato di questa mossa, contro gli Stati Uniti, contro i dazi, contro le politiche economiche e mosse tattiche che la costringono a non sviluppare ulteriormente e a rimanere in un angolo senza vie di fuga.

 

Ovviamente il mercato concorrenziale e capitalistico deve essere libero, ma bisogna sempre fare i conti con la determinazione cinese di industrializzare con imponenza: è noto a tutti che il costo dei prodotti rende quasi impossibile la concorrenza nei territori sovrani, portando gli stati mondiali a difendersi dalla politica al ribasso che attua la cina in tutto il mondo.

Quindi se da una parte abbiamo una visione di restrizione di una probabile fuga economica della cina che garantirebbe la supremazia assoluta dell'economia mondiale, dall'altra abbiamo bisogno di una concorrenza che ci induca, decisamente, un vero e proprio libero mercato.