Dopo i massimi registrati lo scorso 15 ottobre a ridosso dei 62 dollari i prezzi di Litecoin hanno ripreso una discesa lenta e inesorabile, contraddistinta da volumi progressivamente in calo e una riduzione delle escursioni di massimo e minimo in pesante contrazione.

Tali caratteristiche sfoggiate recentemente dal prezzo rispecchiano una crescente difficoltà ad attrarre l’interesse degli operatori sulla possibile evoluzione di Litecoin, che non può fare altro che perdere lentamente terreno andando a testare nuovamente il supporto di 51 dollari.

Ad un anno di distanza dal boom delle cryptovalute, che conclusioni possiamo trarre ad oggi? Quali strategie adottare? Meglio concentrarsi sull'analisi grafica o approfondire l'analisi fondamentale? In questo webinar ti spiegherò cosa si cela ancora dietro questo mondo così affascinante per poter usare le cryptovalute come asset di investimento.  Prenota uno dei soli 50 posti disponibili da qui

L’analisi delle configurazioni candlestick ben rappresenta tale situazione mostrando una fitta serie di candele a maggioranza negative, di piccole dimensione, con massimi relativi decrescenti.

Anche l’indicatore di trend CCi conferma la debolezza di fondo non assumendo ormai dal 4 ottobre scorso valori positivi e quindi valutando l'attuale fase come ribassista, con prospettive di ulteriore indebolimento verso i livelli di 50.70 e 48.80 dollari.

L'unico modo per invertire l’evoluzione discendente in atto è registrare chiusure positive, con volumi in crescita ed escursioni di prezzo con massimi crescenti oltre quota 57,50 dollari, testati in poche sedute, condizione molto difficile a concretizzarsi nel breve termine.