Dopo il violento pullback del 10 gennaio a cui ha fatto seguito una lunga fase interlocutoria, Litecoin sta ora finalmente intensificando il recupero; tra l’altro la spinta rialzista avvenuta dall'area di supporto a 32 dollari nei giorni scorsi ha portato Litecoin (LTC) a diventare la sesta criptovaluta per capitalizzazione di mercato, scavalcando così Tether.

La sessione di ieri si è chiusa in rialzo dell'1,63%, le contrattazioni si sono aperte a 33.825 e chiuse a 34.390 dollari.

Dopo il completamento del modello rialzista a testa e spalle rovesciato del 6 gennaio, il quadro tecnico è ora favorevole ai compratori, che sperano in un ulteriore allungo dopo il pullback fisiologico che ha caratterizzato la seconda metà del mese scorso.

In ottica rialzista il primo obiettivo è rappresentato dal test dei precedenti massimi di breve a 42.50, anche se l’obiettivo dato dal pattern testa e spalle identifica un prezzo target a 50 dollari; viceversa una chiusura al di sotto dei 25 dollari farebbe invece ricadere il mercato in una nuova fase di debolezza.

La prossima resistenze sono posizionate a 36, 45, 50 e 57 dollari; i supporti sono invece a 32, 25 dollari.

Per chi volesse acquistare Litecoin

Il segnale di acquisto è scattato con il recupero di quota 36 dollari (6 gennaio); possibili ora entrare long sui pull back fino a quota 28 dollari; stop loss a 25 e primo target a 50 dollari.

Per chi detiene attualmente Litecoin

Mantenere le posizioni

Per chi volesse vendere Litecoin

Attendere un ritorno sotto area 25 dollari, con stop loss a 36 dollari e primo target a 20 dollari.