Anche se la volatilità del mercato resta buona, da qualche seduta Monero (XRM) si sta muovendo lateralmente sul supporto a 70 dollari.

La sessione di mercoledì si è chiusa in rialzo dell'1.69%; le contrattazioni si sono aperte a 69.034 e chiuse a 70.336 dollari.

Grazie gli importanti rialzi di inizio Aprile, che hanno cambiato l'impostazione tecnica del mercato, la criptovaluta è tornata a scambiare sui livelli di novembre 2018, anche se la crescita ha per ora trovato ostacoli sull’importante resistenza posta quota dei 70 dollari.

Nella scorsa settimana il mercato ha trovato un valido appoggio sul supporto a 60 dollari, che ha poi fornito la spinta necessaria per raggiungere un nuovo massimo annuale a 74.773 dollari, mossa che fa ben sperare gli investitori di Monero.

Il quadro tecnico è positivo dal primo Aprile, ma per proseguire la corsa rialzista i compratori dovranno consolidare sopra al pivot point a 70 dollari per poi tentare l'attacco al prossimo target fissato a 85 dollari.

Tra 70 e 85 dollari non ci sono resistenza significative e proprio per questo motivo area 70 dollari ha già respinto più volte il mercato.

Nello scenario attuale solo una chiusura al di sotto dei 60 dollari fornirebbe occasione per liquidare le posizioni in acquisto ed aprire nuove posizioni in vendita.

Le prossime resistenze segnalate sono a 85, 95 e 105 dollari. Mentre troviamo supporti a 60, 57, 48 e 43 dollari.

Per chi volesse acquistare Monero

Segnale di acquisto scattato con il recupero di area 57 dollari (1 Aprile), confermato in chiusura;  primo target a 70 (già raggiunto) ed in estensione 85 dollari; stop loss ora a 60 dollari.