Monero: la criptovaluta della privacy

Monero (il cui simbolo è XMR) è stato originariamente lanciato nell'aprile 2014 come BitMonero. Questa società è un fork di Bytecoin ed è una valuta sicura e privata, costruita sul protocollo Cryptonote.

Come funziona la tecnologia Monero

La tecnologia di Monero è basata su un equilibrio, che consente all'utente di controllare le proprie chiavi e operare in modo privato con comprovati meccanismi di sicurezza, consentendo allo stesso tempo la malleabilità e lo sviluppo della rete.

La privacy secondo Monero

Monero utilizza tre diverse innovazioni sulla privacy: le firme, le transazioni riservate e gli indirizzi invisibili.

Le firme nascondono le informazioni sul mittente utilizzando una tecnica, in cui si forma un gruppo di utenti (fittizi o reali) che firmano la transazione. Questo gruppo va ad oscurare chi è il vero mittente.

Successivamente, utilizzando una tecnica nota come RingCT (che sta per Ring Confidential Transactions), solamente chi effettua la transazione conoscerà l’importo. Sebbene la transazione sia visibile sulla blockchain, non c'è modo di determinare l'importo negoziato.

Infine, Monero utilizza gli indirizzi invisibili che aggiungono ulteriore privacy al destinatario di una transazione. Gli indirizzi invisibili usano "chiavi di spesa" per oscurare l'indirizzo del destinatario, mentre un "tasto di visualizzazione" viene utilizzato dal ricevitore per visualizzare le transazioni in entrata. Questo metodo indica che mentre una transazione viene registrata sulla blockchain, solo il mittente e il destinatario possono determinare da dove è stato effettivamente inviato il pagamento.