Un'altra settimana nera per Monero che allunga il tratto discendente, aggiornando la perdita di valore ad oltre il 50 per cento in poco meno di 15 giorni, a partire dall'undici novembre scorso.

Sembra dunque senza soluzione il crollo delle quotazioni, che ha visto confermate le più fosche prospettive, con i prezzi che perdono prima quota 97.50 dollari e successivamente senza alcuna opposizione 87.40 e 77.50 dollari.

Evidentemente gli operatori fuggono dal mercato senza considerare, almeno nell'immediato, una qualunque prospettiva di risalita dei prezzi.

Ciò non fa che peggiorare ulteriormente le prospettive future, alimentando l'aspettativa di nuovi crolli, sotto quota 55 dollari prima e 52 in seguito.

L'analisi candlestick sul grafico giornaliero in tal senso mostra una fitta presenza di lunghe black marubozu negative, controbilanciata da poche e piccole candele positive.

Anche l'analisi dell'indicatore di trend cci conferma la negatività del periodo, riuscendo solo ad uscire dalla fase di ipervenduto.

Infatti i valori rimango profondamente ancorati al trend ribassista, che promette nuove discese anche sotto quota 50 dollari.

Per chi volesse acquistare Monero

Attendere il test del supporto di 55 dollari per rischiare nuove entrate al rialzo, in quanto occorrerà assistere ad un prolungato periodo di assestamento dei prezzi una volta terminato il sell off.

Per chi volesse vendere Monero

Collocare un ordine condizionato al test di 63, con stop loss a 68 e target 47 dollari, nel pieno rispetto del trend ribassista.