Dopo un inizio di settimana audace, con la salita al di sopra del pivot point a 48 dollari, Monero (XRM), la tredicesima criptovaluta per capitalizzazione di mercato ha ritrovato ieri il segno negativo, trascinata da una debolezza generale di tutto il comparto crypto; le contrattazioni si sono aperte a 52.651 e chiuse a 50.523 dollari, in calo del 4.05% (dati di Bitfinex).

Nella seduta odierna il mercato sta però mostrando subito una reazione, segno che la volontà dei compratori di invertire la rotta è ancora alta; secondo i dati di Coinmarketcap, Monero e Binance Coin sono oggi le uniche criptovalute che stanno scambiando in territorio positivo.

Il quadro tecnico è debole ormai da molti mesi e il mercato è ora in cerca di conferme dopo i segnali di ripresa delle ultime due settimane; l’obiettivo è il superamento della resistenza chiave a 60 dollari, che calamiterebbe nuovi acquisti invertendo la tendenza.

I prossimi supporti sono posizionati a 48, 43 e 39 dollari, mentre troviamo resistenze a 60, 85, 105, 114

Per chi volesse acquistare Monero

Attendere il recupero di area 60 dollari, confermato in chiusura;  primo target a 75 ed in estensione 85 dollari; stop loss a 47 dollari.

Per chi detiene attualmente Monero

liquidare le posizioni.

Per chi volesse vendere Monero

Possibili ora entrate short sui pullback fino ad area 58 dollari. Target a 40 dollari (già raggiunto) e in estensione 35 e 30 dollari;  stop loss a 60 dollari.

Target

Rialzista