Le criptovalute sono tra i nuovi mercati che al momento attirano un grande numero di investitori. Del resto sono “famose”, se ne sente infatti parlare un po’ in tutte le salse; inoltre le opportunità di investimento sono varie, visto anche che oggi le criptovalute presenti al mondo sono più di 1.000. Per molti, anche tra coloro che desiderano investire in bitcoin, varie questioni non sono però ancora chiare. Queste nuove valute digitali sono spesso poco note, oltre a non capire bene come funzionano molti neppure sanno “dove si comprano”.

Acquistare una criptovaluta

Tutti sappiamo come acquistare una corona danese o uno zloty polacco. Ci si reca in banca e si chiede di cambiare una certa cifra di euro nella moneta prescelta; oppure ci si reca nel Paese estero in cui è la moneta corrente e si fa un prelievo al bancomat, nulla di più semplice. Ma come funziona con i bitcoin? E con le altre criptovalute. In effetti in alcune città, in genere quelle più popolose, esistono degli ATM che permettono di acquistare bitcoin, ma stiamo parlando di strumenti molto particolari. Per l’acquisto di tutte le altre criptovalute, e anche per i bitcoin, ci si deve invece rivolgere alle piattaforme di cambio. Questi siti permettono di attivare un account, sul quale versare dei fondi per le proprie compravendite. In seguito è possibile accedere alla vera e propria piattaforma, che di fatto propone in vendita numerose criptovalute. Prima di scegliere la piattaforma è importante capire quali criptovalute si desidera acquistare; se infatti le più note e rinomate sono quasi sempre disponibili, per le novità dell’ultimo minuto, o le criptovalute meno note, è probabile che non siano disponibili su tutte le piattaforme di cambio.