Le criptovalute sono circondate da mille perché, legati a ogni aspetto che le riguarda che, per tutti gli investitori in erba, potrebbero apparire assolutamente inspiegabili.

I mercati finanziari, qualunque essi siano, sono spesso molto complessi da comprendere poiché mossi da dinamiche talvolta oscure per lo meno a chi guarda da fuori.

Le criptovalute, essendo asset non realmente ancorati a qualcosa di fisico, spesso diventano ancora più intelligibili e sottili, tanto da necessitare una spiegazione approfondita.

Mercati rialzisti, ribassisti, ragioni per acquistarle e molti altri perché delle criptovalute diventano comprensibili una volta che s'iniziano a collegare i puntini tra di loro.

L'idea di quest'articolo è proprio quella di andare a fare un po' di chiarezza sui punti più oscuri del mercato, cercando di capire come si muove e per quale ragione lo faccia.

Capire il sentiment che spinge un prezzo verso un rialzo o quello che invece determina un crollo, possono davvero fare la differenza per un buon investimento.

Ovviamente nessuno di questi è o vuole essere un consiglio finanziario, vi sono persone preposte a questo genere di attività e, in ogni caso, l'intelletto e la cultura personale dovrebbero essere la vera determinante delle proprie azioni.

In questo video Crypto Ita spiega cosa fare durante il crollo di questi giorni.

Perché le criptovalute salgono

Questa è davvero una domanda con un milione di risposte, il che implica che non tutte potranno essere trattate nelle poche righe di quest'articolo.

Le criptovalute salgono perché qualcuno le compra, diminuendo la loro disponibilità sul mercato, facendole quindi diventare più "rare" e portando il prezzo a salire.

In alternativa può anche essere legato a un sistema deflazionistico della moneta stessa, la quale riduce la sua disponibilità massima sul mercato per una qualche ragione tecnica.

Perché l'oro ha un valore così alto? Sicuramente si potrebbe parlare per ore delle proprietà intrinseche del metallo o della sua lucente bellezza, ma non sarebbe eresia ridurre il tutto a un semplice "perché è raro".

Bene, una volta chiarito perché una criptovaluta sale di prezzo, bisogna anche capire cosa spinge le persone ad acquistarla altrimenti da sola l'informazione non serve a nulla.

Qui le cose si complicano, poiché le risposte abbondano e sono tutte egualmente valide e possono talvolta essere anche mescolate insieme creando combinazioni complesse.

La ragione principe che dovrebbe spingere ogni buon investitore, sono le notizie e gli annunci legati al progetto che preannunciano novità che aumenteranno valore e utilità dello stesso.

Un esempio potrebbe essere Bitcoin che viene annunciato come metodo di pagamento ufficiale su una piattaforma come Amazon, dandogli un utilizzo concreto e importante.

Questo sicuramente farebbe fare un bel balzo nelle quotazioni alla moneta, ma potrebbe anche essere qualcosa come un aggiornamento importante o altre cose più o meno simili a queste.

In alternativa, una seconda ragione che spinge moltissime persone a comprare ciecamente è la popolarità, più o meno motivata, di un asset in un determinato momento storico.

Casi come questo sono stati Shiba Inu e Dogecoin, sospinti dalle belle parole di volti famosi che le hanno messe sulla bocca di tutti salvo non avere nessun valore fondamentale.

Non sempre le cose vanno così, a volte il marketing è fatto anche laddove il valore c'è eccome come nel caso di Crypto.com, ma questo tipo di percorso non sempre è propedeutico per l'investitore.

Altre ragioni ancora possono essere grandi promesse e aspettative verso un progetto che sembra di sicuro successo, le quali spingono a grandi acquisti iniziali che verranno poi ripagati o meno da un buono sviluppo nel tempo.

Insomma, di motivi che possono spingere le criptovalute a salire ce ne possono essere tante, quindi bisogna saper scremare quelle giuste da quelle sbagliate.

Perché le criptovalute scendono

Ovviamente qui la teoria è semplicissima, in quanto contraria a quella dei movimenti rialzisti. Le monete scendono perché le persone le vendono, indipendentemente dalla ragione che le spinga a farlo.

In seconda battuta può avvenire per grandi inflazioni del token stesso, il quale viene rilasciato sul mercato in modo sconsiderato fino al punto di perdere tutto il suo valore.

Fermo restando che l'inflazione è un qualcosa di fisso che viene determinato dagli sviluppatori, si può comunque snocciolare la casistica della discesa per vendita da parte del pubblico.

Il primo caso di vendita e anche il peggiore, è quando lo si fa per perdita d'interesse nel progetto a causa di uno sviluppo troppo lento, fallace o che comunque non procede nella direzione giusta.

Qui si compromette la fiducia degli investitori nella moneta stessa e nel marchio a essa connessa, cosa che è poi difficile da riconquistare se lasciata alla deriva per troppo tempo.

Un altra ragione è la semplice vendita per raggiunto profitto, quando gli speculatori o gli investitori di medio periodo realizzano grandi guadagni e si sbarazzano di una parte dei loro averi convertendoli in qualcos'altro.

Questo tipo di movimento è tipico degli asset che hanno performato particolarmente bene, regalando giorni felici ai detentori che poi fisiologicamente incassano.

Gli investitori di lungo periodo non devono farsi spaventare da questo tipo di scenario, tanto non è qualcosa che realmente compromette il progetto o le prospettive future di crescita.

In altri casi poi possono essere cattive notizie, vere o inventate, che provocano paura nei possessori della moneta e li spingono a fuggire in preda al panico.

Anche qui, se il progetto è valido, l'unica soluzione è chiudere il giornale e smettere di guardare gli andamenti per un po' senza vendere un solo centesimo.

Saper riconoscere un movimento ribassista fisiologico da uno che veramente è di cattivo auspicio, mette al riparo da errori anche grossolani in fase di compravendita.

Criptovalute, perché investire

Per tutti i titubanti che non sanno bene come o perché muoversi nel mondo delle criptovalute, la domanda sul perché investire o meno è sicuramente una delle più frequenti.

Anche qui le ragioni per entrare sono davvero tante, ma si possono tranquillamente racchiudere in poche e semplici parole: perché sono il futuro.

Sicuramente quest'affermazione potrebbe trovare numerosi detrattori che sostengono il contrario, additando le crypto come mera bolla speculativa.

Esistono scenari futuri dove effettivamente le valute digitali spariranno, escluderlo categoricamente questo non ha senso, ma dopo 14 anni d'attività la probabilità che abbiano ragione si è affievolita di molto.

Innegabile è il fatto che abbiano cicli determinati da fortissimi rialzi e altri di altrettanto prepotenti ribassi, ma questo è frutto di un mercato giovane e volatile.

Negli anni poi hanno iniziato a mostrare le loro vere potenzialità, acquisendo dei casi d'uso molto concreti e non solo delle belle promesse e prospettive.

La tecnologia si muove rapidamente e il mondo della finanza tradizionale è da tempo quasi anacronistico nel suo funzionamento, incapace di stare al passo con un mondo che cambia.

Le banche stesse hanno dimostrato più volte di essere tutt'altro che posti sicuri dove riporre i propri averi, lasciati in balia dell'inflazione e di una gestione non sempre trasparente o salutare.

Il mondo si muove sempre più velocemente, quindi occorre qualcosa che sappia tenere il ritmo e, almeno per ora, le criptovalute sembrano la risposta a questo problema.

Ovviamente ogni valutazione dev'essere fatta con la propria testa, questi non sono consigli finanziari e l'influenza dei media è da sempre cattiva consigliera.

Criptovalute, perché non investire

Qui c'è l'altra faccia della medaglia, le ragioni per cui una persona che vuole entrare in questo mercato farebbe bene a scappare il più lontano possibile e dimenticare le criptovalute.

Queste persone sono coloro che si lasciano guidare dal sentito dire, da amici e cugini che millantano guadagni folli grazie a piattaforme che operano in modi non ben chiari.

Ogni giorno si sente notizia di nuovi schemi Ponzi che accalappiano polli a destra e sinistra sospinti da pessimi consigli e poca conoscenza, quindi in questi casi investire è pericoloso oltre che dannoso.

Informarsi, lasciar perdere chi promette guadagni assicurati e situazioni "troppo belle per essere vere", le quali puntualmente si dimostrano non vere e, anzi, truffaldine.

Un'altra pessima ragione per "investire" è la speranza di veder moltiplicati i propri soldi in un battito di ciglia, il classico "10x facile entra ed esci".

Sebbene sia successo in alcuni casi che si siano effettivamente realizzati multipli in un battito di ciglia, questo tipo di situazioni non è la regola e anzi molto difficile da individuare e predire.

Inoltre le monete che si muovono troppo rapidamente, come le criptovalute a basso costo, sono spesso delle truffe fatte per attirare capitali degli incauti.

Nel mondo non esistono i soldi facili, nessuno passerà mai per la strada offrendo al primo passante 10 milioni di Dollari, bisogna sapere quello che si sta facendo per andare avanti.

Buttarsi alla cieca con in mano solo una bella speranza è un passo sicuro per il fallimento che, i famosi amici e cugini, non ammetteranno mai di aver fatto.