La speranza di Ripple di dare l'assalto al Bitcoin e rubargli la scena nel regno sempre poco tranquillo delle criptovalute passa ancora una volta per le mura invisibili di Coinbase. 

Ripple: voci su ingresso in Coinbase

XRP - la sigla sotto cui viene scambiata la moneta digitale protagonista di una ascesa portentosa alla fine dello scorso anno, prima di un pesantissimo arretramento tra gennaio e febbraio - ha registrato nel giro di poco più di 24 ore guadagni di quasi il 20%, riportandosi per la prima volta dal 21 febbraio sopra quota 1 euro.

Una nuova fiammata alimentata nel corso della giornata dopo che hanno cominciato a diffondersi nuove voci secondo cui il più popolare exchange al mondo di asset digitali, Coinbase appunto, potrebbe presto inserirla tra le coins scambiabili sulla sua piattaforma.

Il CEO di Ripple in tv insieme ai vertici di Coinbase 

Ad alimentare i rumors la notizia che il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, e il COO di Coinbase Asiff Hirji, potrebbero comparire entrambi domani nel corso del programma Fast Money dell'emittente CNBC.

Le voci sull'evento sono ancora poco chiare, e non è neanche certo se i due parteciperanno insieme al programma, ma è bastata la coincidenza a riaccendere le speculazioni: un segnale in questo senso, ha fatto notare oggi la testata di settore Coindesk, è stato l'aumento delle transazioni in Corea del Sud, dove si trovano quattro dei primi 10 exchange al mondo per volumi di scambi: la piattaforma Bithumb ha registrato oggi un incremento degli scambi di XRP del 30%.