Ripple, una delle principali criptovalute, è stata citata in giudizio dalla Securities and Exchange Commission (SEC) per una presunta vendita di titoli senza licenza.

XRP è la terza criptovaluta più scambiata e attualmente ha una capitalizzazione di mercato di 23 miliardi di dollari.

Le accuse della SEC

Secondo la SEC, il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, e il cofondatore, Christian Larsen, avrebbero  raccolto oltre 1,3 miliardi di dollari tramite "un'offerta di titoli digitali non registrata e ancora in corso", avviata nel 2013, oltre a non aver mai segnalato le loro vendite personali di XRP, stimate per 600 milioni di dollari.

La SEC sostiene inoltre che Ripple abbia distribuito XRP "per servizi lavorativi e di market-making".

Ripple: criptovaluta o titolo azionario?

Secondo la normativa imposta dalla SEC, persone e società operanti nel settore delle criptovalute devono registrare le offerte di token presso la Commissione nel caso in cui tali monete digitali vengano considerate titoli azionari. Pur essendoci delle linee guida per definire la natura dei token e delle criptovalute e del modo in cui vengono offerti e venduti (per determinare se si tratti o meno di azioni), mancano norme trasparenti in merito e l'argomento resta estremamente controverso.

Negli ultimi anni, la SEC ha stabilito che le due principali criptovalute - Bitcoin ed Ethereum - non debbano essere considerati titoli, per la loro natura decentralizzata.

Ripple, Bitcoin ed Ethereum: differenze

A differenza di Bitcoin ed Ethereum, che sono coniate attraverso un processo graduale e continuo chiamato mining, la creazione di XRP risale al 2012, quando Larsen e altri ne hanno creati 100 miliardi di unità per una società chiamata Ripple Labs. Proprio per il fatto che XRP è detenuto da una società, che ne detiene la maggior parte come riserva vendendo delle quote attraverso assegnazioni programmate, la SEC ha ritenuto opportuno classificare XRP come un titolo azionario. 

Garlinghouse ritiene che assimilare XRP ad un titolo azionario perchè controllato da Ripple è come considerare il petrolio una security controllata da Exxon, aggiungendo che quello della SEC è un attacco all'intero settore delle criptovalute e all'innovazione americana.

(Claudia Cervi)