Non riesce ad arginare le perdite Ripple che ripiega ancora lungo il canale ribassista costruito a cavallo tra il 18 e il 25 novembre e caratterizzato adesso  dagli estremi di 0.3780 e 0.3270 dollari.

L'accelerazione ribassista subita nelle ultime tre sedute in coincidenza con la violazione del supporto a 0.3525, ha spinto i prezzi verso i minimi attuali a quota 0.3035 dollari.

Situazione dunque in via di peggioramento, nonostante il fatto che la perdita di valore subita da Ripple è inferiore rispetto alle cripto più capitalizzate in media di un 15%.

La tendenza ribassista prosegue adesso spedita, tornando ad aggredire i supporti a ridosso dei minimi di metà settembre, tra 0.2790 e 0.2570 dollari.

Come correttamente misurato dall'indicatore di trend cci la fiera resistenza del livello di sbarramento a 0.3520, non ha sortito l'effetto sperato, con la divergenza rialzista pregressa che viene annullata.

Lo scenario alternativo disponibile in assenza di notizie positive di natura fondamentale, è rappresentato dall immediato recupero di quota 0.3660 prima e 0.3980 in seguito, al momento avente basse probabilità di verifica.

Per chi volesse acquistare Ripple

Attendere la stabilizzazione un buon livello di supporto a ridosso di 0.2880 per prima di rischiare nuovi acquisti.

Con un profilo di rischio molto elevato collocare un ordine condizionato 0.2920 con stop. 0.2770 e target oltre 0.3290 dollari.

Per chi volesse vendere Ripple