Le sanzioni economiche, in termini semplici, si riferiscono a penalità imposte a un paese, ai suoi privati ​​cittadini o funzionari per rappresentare una punizione per qualsiasi politica o azione specifica. Un paese applica sanzioni a un altro paese quando non è in grado di controllare le proprie azioni tramite le forze dell'ordine. Le sanzioni possono essere applicate unilateralmente da una singola nazione o da un gruppo di nazioni o da qualsiasi organizzazione internazionale a livello multilaterale

Le sanzioni economiche sono come la forza militare in cui un paese può punire un altro paese sanzionandolo a causa di azioni discutibili. La storia delle sanzioni statunitensi alla Russia risale al 2014, quando la Russia ha invaso l'Ucraina per la prima volta. Da allora, alla Russia sono state continuamente imposte sanzioni economiche contro le sue attività pericolose e i suoi progressi. 

Recentemente, il presidente Joe Biden ha annunciato alcune sanzioni aggiuntive contro il sistema finanziario russo. La scheda informativa della Casa Bianca afferma che il sistema finanziario e il mercato statunitense elimineranno dallo scenario le maggiori banche russe

Recenti sanzioni occidentali imposte alla Russia 

In risposta all'invasione e alle operazioni di guerra guidate dalla Russia contro l'Ucraina, il governo degli Stati Uniti assistito dai suoi alleati UK, UE e alcune nazioni asiatiche hanno accumulato sanzioni contro la Russia. Il motivo principale di queste sanzioni è attaccare il sistema finanziario russo dal suo nucleo e massimizzare le conseguenze per un lungo periodo. Le sanzioni imposte sono discusse in dettaglio di seguito.

Sanzioni imposte dagli USA 



L'amministrazione sotto il presidente Joe Biden ha ordinato che le società e il popolo degli Stati Uniti non possano avere alcun tipo di rapporto d'affari con la Banca centrale russa. Ha anche ordinato il divieto di importazione di combustibili fossili (come il petrolio) dalla Russia negli Stati Uniti, che agirà come una spada per uccidere l'economia russa. Inoltre, ha anche ordinato il divieto di tutte le transazioni con il Ministero delle Finanze, il National Wealth Fund e la banca centrale russa.

Inoltre, l'amministrazione ha anche ordinato sanzioni di blocco totale contro i principali banchieri russi, legislatori, miliardari e i loro familiari. Questa sanzione si applica anche alla moglie di Putin, Tatiana Navka, ai suoi figli adulti, Elizaveta e Nikolay e al suo addetto stampa, Dmitry Peskov. Oltre a queste persone importanti, le sanzioni sono applicabili anche ai primi dieci membri di VTB Bank's gruppo dirigente e dodici membri di una delle case russe, ovvero Duma russa

Gli Stati Uniti hanno anche annunciato sanzioni contro sette entità russe e i loro 26 importanti dipendenti che hanno gestito i media. Ha anche espulso 12 diplomatici russi dalle Nazioni UniteIl Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti ha dichiarato una nuova task force denominata "KleptoCapture" che sarà responsabile di imporre sanzioni e restrizioni e sottrarre beni lussuosi e facoltosi ai cittadini russi più ricchi

Oltre a questi, il tesoro statunitense ha anche imposto sanzioni a tutti i membri appartenenti al Consiglio di sicurezza russo, banche statali, Sergei Lavrov (ministro degli esteri della Russia), Putin e funzionari bielorussi

Sanzioni imposte dal Regno Unito

Boris Johnson, il primo ministro del Regno Unito, ha annunciato il congelamento immediato dei beni di tutte le principali banche russe che includevano anche la seconda banca russa, VTB. Sono state inoltre imposte sanzioni alle banche russe utilizzando il pagamento SWIFT, la banca centrale russa, Sberbank (la più grande banca russa), Rossiya, General Bank, IS Bank e altre potenziali banche.

Il mercato assicurativo del Regno Unito ha bloccato le compagnie spaziali delle industrie aeronautiche russe. Inoltre, le navi controllate, gestite, noleggiate o convogliate dalla Russia non sono state bandite dai porti del Regno Unito. Anche gli aerei registrati con la Russia non potevano atterrare negli aeroporti del Regno Unito. La legislazione ha inoltre ordinato la interruzione di tutte le attività finanziarie tra Russia e Regno Unito

Come gli Stati Uniti, anche il Regno Unito ha imposto sanzioni alla più grande compagnia di difesa russa, Rostec, e 100 individui influenti e facoltosi e le loro filiali. L'amministrazione ha anche imposto divieti su utili esportazioni militari e tecnologiche in Russia.

Sanzioni imposte dall'UE 

L'UE (Unione Europea) ha congelato i beni della Banca centrale russa imponendo così il divieto di tutte le transazioni. Oltre a vietare a sette banche russe i pagamenti SWIFT, i divieti sono stati estesi anche alle società di media come Sputnik e Russia Today che sono di proprietà dello stato russo.

Oltre a imporre divieti alle personalità influenti russe, l'UE ha anche vietato gli investimenti russi in titoli dell'UE. Inoltre, vengono imposti divieti anche all'esportazione di aeromobili e attrezzature tecnologiche in Russia. Lo spazio aereo dell'UE è stato chiuso a tutti gli aerei e jet privati ​​russi. 

Sanzioni imposte dalla Turchia e Svizzera 

La Turchia ha imposto restrizioni alle navi da guerra russe di attraversare o utilizzare i corsi d'acqua del Mar Nero. Anche Ignazio Cassis, presidente della Svizzera, ha adottato il congelamento dei beni e le sanzioni del blocco. Oltre a vietare le transazioni con la Banca centrale russa, la Svizzera ha anche imposto sanzioni alle esportazioni di beni petroliferi, militari, della difesa, tecnologici e di sicurezza

Sanzioni imposte dal Canada e Asia

Canada e anche alcuni paesi asiatici hanno adottato le severe sanzioni imposte dagli Stati Uniti & Regno Unito. Inoltre, sanzioni unilaterali sono adottate anche da queste nazioni puntando così a liberare la Russia dalle mani crudeli di Putin. 

Impatto diversificato di queste sanzioni sulla Russia 

Le numerose sanzioni occidentali imposte alla Russia stanno per spezzare la spina dorsale dell'economia russa. Influisce negativamente sulla connessione di tecnologia, finanza e commercio con il mondo. Sia il mercato azionario russo che il trend valutario hanno segnato il calo più grande di tutti i tempi

Impatto sulla tecnologia 

Dopo che gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni tecnologiche, ciò ha influito direttamente sullo sviluppo tecnologico della Russia. Ha limitato l'importazione di hardware per computer ad alta tecnologia, che consiste in telecomunicazioni, chip, laser e apparecchiature relative ai semiconduttori. Disconnette i russi dall'accesso alla tecnologia americana diretta. Questo danno mostra un impatto più significativo sui progressi della difesa, aerospaziale e IT della Russia. 

Il tecnologico le sanzioni sono state progettate per mostrare l'impatto immediato ea lungo termine sulla Russia. Il presidente americano Biden ha chiarito le nuove regole, in cui è vietato importare nel Paese la tecnologia costruita su macchinari e progetti americani sotto sanzione. A parte l'Unione Europea degli Stati Uniti, Nuova Zelanda, Regno Unito, Giappone, Australia e Canada stavano pianificando regolamenti simili

Impatto sull'energia

La Russia è terza al mondo per produzione di petrolio e prima al secondo posto per gas naturale. Una grossa fetta dell' economia russa dipende dai suoi settori energetici. Questa spina dorsale dell'economia russa è duramente colpita dalle 3 restrizioni principali dell'ordine esecutivo degli Stati Uniti sul settore energetico russo

Ha legato l'esportazione di petrolio russo, petrolio greggio, prodotti del carbone e gas naturale liquefatto. In secondo luogo, l'ordine esecutivo degli Stati Uniti ha imposto un divieto sui nuovi investimenti nel settore energetico della Russia

Impatto sull'attività di spedizione

Le numerose sanzioni sull'obiettivo delle attività di spedizione russe hanno un impatto diretto sulla Russia e sull'economia mondiale. È considerata la rete economica più connessa al mondo. 

Le recenti sanzioni degli Stati Uniti e di altri alleati si scontrano con diversi settori, inclusi caricatori, ricevitori, spedizionieri, armatori, operatori portuali e fornitori di servizi della Russia. Si collega direttamente con le sanzioni multiple sul controllo delle esportazioni e le entrate di sbarramento della Russia

Le sanzioni non solo riguardano negativamente i segmenti marittimi ma includono navi cisterna, rinfuse solide, commercianti di materie prime, container e gas. Se le navi vengono sottratte o fermate, peggiorerà l'ostruzione della catena di approvvigionamento e porterà a ricadute sul mercato.

Le grandi linee di container marittimi hanno interrotto i servizi per la Russia. Si stanno sviluppando molte restrizioni sull'accesso al porto da parte delle navi di proprietà russa. 

Impatto su banche e finanza

Diversi annunci dell'UE e dei ministri degli esteri europei hanno un collegamento diretto con il finanza e banche della Russia. Stanno prendendo di mira le banche insieme a diversi individui di potenti decisori bancari della Russia. Di recente la Gran Bretagna ha imposto sanzioni ad alcuni miliardari e banche, tra cui GenBank, Rossiya, Promsvyazbank, Black Sea Bank e IS Bank

Gli Stati Uniti hanno evidenziato il divieto sul debito sovrano russo, che influisce sulle relazioni russe con la finanza occidentale. Le recenti sanzioni si stanno concentrando sulle piccole banche russe, ma qualsiasi imposizione sulle banche più grandi colpirà duramente la forza bancaria e finanziaria russa. 

Impatto della guerra tra Russia e Ucraina sul rublo digitale

La sanzione occidentale al commercio e al commercio russo è un peso insopportabile per l'economia russa. Gli economisti credono che il rublo digitale sia l'unica via d'uscita da questo debito. L' IIF (Institute of International Finance) ha chiarito le condizioni di sostentamento aumentate e come possono influenzare gli obblighi esteri della Russia. 

È un serio motivo di preoccupazione per la Russia poiché le sue riserve valutarie sono bloccate in altri paesi. La ragione di questa situazione di blocco è che le riserve di valuta estera sono detenute negli stessi paesi che hanno imposto le sanzioni, bloccato i loro beni e limitato le opzioni della banca centrale. 

Nel tentativo di frenare il deprezzamento del rublo, la banca centrale russa ha raddoppiato il tasso di interesse portandolo al 20%. A parte questa azione, la Russia ha un occhio attento alla digitalizzazione del rublo. Questo può essere un enorme salto nell'economia russa. E concentrandosi su questo, due delle banche russe hanno avviato il processo di transazione della loro Central Bank Digital Currency (CBDC)- Digital Ruble.

Con piccoli passi in questo campo, la Russia sta pianificando uno sprint sulla corsa economica. L'ulteriore pianificazione relativa al rubello digitale include l'apertura di portafogli digitali, tutti i tipi di pagamento relativi a beni e servizi e l'interazione con il Tesoro federale. La Russia ha spinto questo CBDC in tutte le direzioni per avere un investimento dedicato su di esso e per diventare una valuta di riserva per la Russia. 

Il settore finanziario del Paese crede fermamente che il rublo digitale abbia il potenziale per riconquistare lo status perduto dell'economia russa. Allo stesso tempo, vogliono che la CBDC accumuli finanziamenti, che possono ridurre l'inflazione fiscale e degli interessi. Questa mossa della Russia affidandosi alla CBDC ha creato motivo di preoccupazione per i paesi occidentali che hanno imposto le sanzioni. Anche la CRB (Banca Centrale della Russia) sta promuovendo il flusso di criptovaluta e CBDC allo stesso ritmo. 

La Russia utilizzerà le criptovalute per evitare le sanzioni statunitensi? 

Al fine di ridurre l'accesso della Russia da parte di capitali stranieri, gli Stati Uniti e i loro alleati hanno imposto sanzioni alla Russia a causa dell'invasione dell'Ucraina. Le sanzioni precedenti hanno comportato la perdita di 50 miliardi di dollari alla Russia ogni anno. Indubbiamente, le sanzioni aggiuntive porterebbero a maggiori perdite e debiti per la Russia. 

Le sanzioni degli Stati Uniti sono potenziali solo perché possiedono il dollaro che è una valuta di riserva e viene utilizzata per le transazioni a livello globale. Pertanto, le banche, da ogni angolo del mondo, svolgono un ruolo fondamentale nell'applicazione efficace delle sanzioni. È perché le banche tengono un registro e tengono d'occhio le fonti e le destinazioni di tutti i soldi e le transazioni. Le banche hanno anche leggi antiriciclaggio che agiscono come garanzie rispetto alle sanzioni del governo, impedendo così agli enti sanzionati di detenere transazioni vietate.

Oltre a ciò, le banche hanno anche Regole KYC (ovvero, conosci il tuo cliente) che forniscono loro un resoconto dettagliato dell'identità di ogni cliente. Al contrario, gli asset digitali e le piattaforme di criptovaluta non hanno molte informazioni sul cliente e sulla sua identità. In uno scenario del genere, la Russia può negoziare facilmente con altre valute tenendo presente quindi di non trattare con i dollari. 


In genere, le transazioni di criptovaluta vengono registrate automaticamente sulla blockchain. Per sfuggire a questa trasparenza, la Russia ha una tecnologia avanzata per cambiare e nascondere le fonti delle transazioni. Inoltre, la Russia è la patria della più grande industria di ransomware del mondo. I rapporti affermano che quasi il 74% dalle entrate del ransomware, che sarebbero oltre $ 400 milioni persi a livello globale, sono arrivate alle entità russe. 

Tenendo d'occhio i poteri oscuri della Russia di cui sopra, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha creato un team nazionale di applicazione delle criptovalute per monitorare le attività delle criptovalute.

Il tesoro degli Stati Uniti, analizzando le potenziali minacce di criptovalute non sviluppate tecnologicamente come le banche, le ha avvertite di possibili sanzioni future. In uno scenario del genere, è ancora possibile che la Russia possa utilizzare le criptovalute illegalmente per mitigare e sbarazzarsi delle sanzioni. 

Conclusione 

Lo scenario delle sanzioni sulla Russia è orribile quanto la guerra. Non solo sta schiacciando la tendenza e l'instaurazione del commercio e del commercio russo, ma allo stesso tempo cambierà completamente l'approccio della Russia in ogni campo. Un così grande esportatore globale sta affrontando arresti in corso nel settore del commercio. La Russia è un fattore importante nell'economia mondiale. 

Sebbene la situazione di guerra dia alla Russia un progresso politico, rappresenta un enorme rischio negli altri settori di crescita e sviluppo. Le molteplici sanzioni alla Russia fanno riflettere il Paese sul lato digitale della propria valuta. Allo stesso tempo, il paese sta mostrando interesse per le criptovalute. Questo è lo stesso paese che ha imposto diverse regole e fattori di legalizzazione sulle criptovalute. Ma la recente situazione del Paese lo ha trasformato in uno dei maggiori sostenitori della criptovaluta.