Il valore Bitcoin fa trepidare raggiungendo nuovi massimi storici con la rottura dei 50.066  dollari proprio in questo momento. Soltanto poche ore fa lo avevamo visto sfiorare i 50K per poi crollare a meno 3.000 $ nel giro di poco. Non appena abito in toccherà i 53.000 $ raggiungerá il trilione per capitalizzazione. A cosa dobbiamo questa repentina volatilità? 

Il valore Bitcoin è un'altalena tra i 40.000 e i 50.000 dollari negli ultimi tempi. Solo nelle ultime 24 ore la criptovaluta ha sfiorato i 50K per poi contrarsi a 47K. Nonostante il rapido calo dei nuovi massimi segnati dalla criptovaluta madre, questa Domenica, le istituzioni sembrano fiduciose sulle sue prospettive di lungo termine. Ora, il valore Bitcoin é più forte che mai, rompe i 50.000 $ e si lascia alle spalle i vecchi minimi!

Molte delle previsioni che volevano il valore Bitcoin a 50.000 dollari ci hanno azzeccato e altre ancora stanno prendendo vita in questi giorni. Dove andrà Bitcoin? Salirà ancora oltre gli attuali 50.000 $? Procediamo con ordine e ripercorriamo a ritroso le ultime news di Bitcoin grazie all’analisi di Omkar Godbole, penna di Coindesk

Il valore Bitcoin: un’altalena che rompe i 50.000 dollari oggi 

Nonostante la criptovaluta sia scesa a $ 47.790 all'inizio di ieri, oggi ha finalmente  sormontato il livello psicologico degli investitori che la vogliono sopra i 50.000. Ce l'ha fatta, ha superato i 50mila e sta generando ulteriori speranze di up! L’impazienza permane e sebbene si attenda un probabile assestamento ribassista, non ci sono segni di svilimento tra i fedeli bitcoiniani, che continuano ancora a credere che il valore Bitcoin registrerà grandi numeri a breve.

Finora, il sentiment è diviso tra qualcuno che si prepara a leggere perdite nel mercato delle opzioni e qualcun altro che punta più lontano delle soglie attuali. Ma in questa visione a lungo termine mancano le istituzioni. 

“Manca ancora una copertura istituzionale a lungo termine. In effetti, i fondi continuano a trarre vantaggio dalla vendita di opzioni put con scadenza giugno-dicembre a strike inferiori a $ 40.000 ", 

ha pubblicato Deribit Insights in un tweet che spiega le ragioni del calo dei prezzi e le conseguenti variazioni nei flussi di mercato delle opzioni.

Il valore Bitcoin non teme i movimenti in opzioni

Stando al tweet di Deribit Insights si continua a trarre vantaggio dalla vendita delle opzioni put che hanno un prezzo inferiore ai 40.000 dollari. Coindesk descrive il prodotto finanziario in questione attraverso queste parole:

“Un'opzione put conferisce al detentore il diritto ma non l'obbligo di vendere l'attività sottostante a un prezzo predeterminato entro una data specifica. Gli investitori acquistano put pagando un premio, quando anticipano un calo di prezzo e vendono (scrivono) opzioni put incassando un premio, quando prevedono un consolidamento dei prezzi o un rally.”

Cerchiamo di saperne di più.

Valore Bitcoin: cosa sono le opzioni e come funzionano

Per chi non lo sapesse, oggi è possibile investire sul valore Bitcoin attraverso le opzioni. Le opzioni sono strumenti finanziari, consistenti in contratti, il cui valore non è autonomo, ma strettamente correlato al prezzo di una attività sottostante.

Trattandosi di contratti finanziari, essi conferiscono al sottoscrittore il diritto, ma non l’obbligo, di poter esercitare o meno l’acquisto (Call) o la vendita (Put) di una data attività finanziaria sottostante. L’acquisto o la vendita devono avvenire a una data prestabilita e a un determinato prezzo di esercizio, detto Strike Price.

La natura del sottostante può essere varia: può trattarsi di materie prime, come grano, petrolio, oro; oppure di strumenti finanziari come azioni, obbligazioni, indici, etc. Se, dunque, il valore Bitcoin è legata al prezzo dell’oro, del grano, di un’azione, di un indice, si sottoscrive un’opzione che consacra questa correlazione. Il termine “derivato” si usa per indicare questa dipendenza tra i due riferimenti finanziari: principale e sottostante. 

Il valore Bitcoin e gli attuali movimenti “Put” 

Fatte le dovute precisazioni, adesso siamo in grado di comprendere meglio quanto sta accadendo in questo momento. Secondo quanto testimoniato da Deribit Insights, in queste ore i grandi investitori stanno ancora vendendo put a lungo termine, a prezzi inferiori a $ 40.000.

In questo modo, stanno dimostrando che non prevedono un calo dei prezzi esteso, al di sotto dei $ 40.000. Come afferma Coindesk, “l'assenza di un picco di volatilità implicito sul calo da $ 49.000 a $ 46.000, così come il rimbalzo a $ 48.000, suggerisce "comfort e consolidamento" nel range di trading compreso tra $ 40.000 e $ 50.000”.

"La strategia di vendita delle put al ribasso è duplice: ottenere il premio che è più alto con una maggiore volatilità, e anche perché i trader non pensano che si verificherà un crash prima di quella scadenza", ha detto Shaun Fernando, capo di Deribit: il più grande scambio di opzioni crittografiche per volume.

Valore Bitcoin sceso a - 3K dollari in 24h: ecco perchè 

L'improvvisa ritirata del valore Bitcoin appena prima di sfiorare il nuovo massimo di $ 50.000 ha sorpreso molti investitori. Ecco cosa è successo, probabilmente. Cerchiamo di mettere a fuoco le ragioni di questa contrazione al ribasso. Buona parte delle titolazioni di queste ore dicono che Bitcoin è crollato all'inizio di oggi, subito dopo che sembrava pronto per una mossa vincente sopra la soglia dei $ 50.000.

La contrazione mostra un avanzamento all’indietro di ben 3.000 dollari. Per quale ragione avviene questa altalena? Secondo i dati di Coindesk, nelle ultime 24 h Bitcoin è sceso da quasi $ 49.000 a $ 45.930 nel giro di pochissimo tempo, ed è stato visto l'ultima volta passare di nuovo vicino alla soglia dei $ 47.800, con un calo di quasi il 2% nel corso della giornata. 

Questa ritirata, in verità, ha sorpreso molti investitori, perché intorno alla ondata di conferme istituzionali che hanno coinvolto il valore Bitcoin si attendeva un importante traguardo, una soglia che ci aspettavamo in molti. Eppure non è successo. Ecco tre ragioni che possono spiegare l'improvviso calo dei prezzi.

1. Il calo del valore Bitcoin si lega al tasso di finanziamento

"Bitcoin e altre criptovalute, in generale, sembravano surriscaldate e il calo della sessione asiatica era probabilmente un 'ripristino dei fondi' necessario per una mossa sostenuta sopra i $ 50.000", ha detto Matthew Dibb, COO e co-fondatore di Stack Funds

In effetti, come ricorda CoinDesk, “il tasso di finanziamento medio ha iniziato a salire alla fine del mese di Gennaio, per attestarsi ai massimi attesi da più mesi, grazie anche alla divulgazione delle decisioni di Tesla sugli investimenti in Bitcoin di qualche giorno fa. Ciò suggerisce che il recente rally da meno di $ 40.000 è stato principalmente guidato dalla leva sui derivati. 

In aggiunta a questo fenomeno, secondo la fonte di dati Coinalyze, il calo dei prezzi ha liquidato finora delle posizioni long di Bitcoin per un valore totale di oltre 300 milioni di dollari, corrispondenti a circa il 30% delle liquidazioni long totali da 1,33 miliardi di dollari osservate nel mercato delle criptovalute. 

Secondo un Tweet dell'analista di mercato Josh Rager, il rally di altcoin era diventato "euforico" la scorsa settimana, il che significa che un calo dei prezzi era in ritardo”.

2. Il calo della domanda istituzionale indebolisce il valore Bitcoin 

Secondo l’analisi di CryptoQuant, l'indicatore del premio Coinbase si è tramutato in negativo da circa 48 ore, attestando una debolezza della domanda da parte dei grandi investitori.

L'indicatore in questione si riferisce allo spread della coppia BTC / USD di Coinbase Pro e la coppia BTC / USDT di Binance, che include il tether della stablecoin collegato all'USD. Questo dato è ampiamente seguito dai trader, poiché Coinbase Pro è considerato un vero e proprio riferimento per gli investitori, dato un patrimonio netto elevato e una forte presenza di supporti  istituzionali al suo interno. In particolare, uno spread positivo implica forti afflussi istituzionali, uno spread negativo indica la direzione opposta. 

"Il premio è sceso quasi a - $ 80 durante le prime ore europee di domenica ed è rimasto sostanzialmente neutro quando il prezzo era compreso tra $ 48.000 e $ 49.000", ha detto a CoinDesk Ki-Young Ju, CEO di CryptoQuant."

Come è stato più volte osservato, il rally di Bitcoin dai minimi di inizio Ottobre è stato in gran parte alimentato dall'aumento della domanda da parte di individui e istituzioni con un patrimonio netto elevato. La criptovaluta è stata costantemente scambiata a un premio Coinbase di circa 100 dollari durante il mercato rialzista degli ultimi quattro mesi.

3. Il valore Bitcoin e l’analisi tecnica recente

L’analisi puntuale di Omkar Godbole di Coindesk descrive come segue la situazione attuale del valore Bitcoin: “il recente aumento da $ 30.000 a $ 49.000 mancava del supporto del volume su scambi importanti come Coinbase. La media mobile a 10 giorni del volume giornaliero è in calo dall'inizio di febbraio.

Un aumento dei prezzi a basso volume è spesso di breve durata e incline a improvvisi ribassi, simili a quello visto all'inizio di oggi. Il bias più ampio rimane rialzista. L'ultimo calo dei prezzi di Bitcoin è tipico dei pullback osservati durante i precedenti mercati rialzisti e il percorso di minore resistenza rimane sul lato superiore.

"Probabilmente stiamo introducendo (credo) una correzione breve e minore ora, ma siamo ancora nel mezzo di una violenta corsa al toro che presto sarà più violenta", ha twittato Ari Paul, CIO di BlockTower Capital. Secondo gli analisti, più istituzioni potrebbero presto emulare la mossa di Tesla di diversificare le disponibilità liquide in bitcoin, portando a una mossa convincente sopra i $ 50.000.

Al momento della stampa, il tasso di finanziamento perpetuo si è normalizzato allo 0,05% e il premio Coinbase è tornato a $ 50. Bitcoin ha riacquistato un po 'di equilibrio nelle ultime ore, superando i $ 47.000.

Il valore Bitcoin e le 5 top news della settimana

Come sempre a fomentare gli andamenti del valore Bitcoin ci sono le grandi notizie istituzionali e non solo. Le 5 top news di questa settimana che hanno dato vita ai nuovi orientamenti sulle criptovalute possono essere sintetizzate in questo modo: Tesla acquista 1,5 miliardi di Bitcoin, notizia di cui abbiamo sentito parlare e che ha avuto una forte influenza sui mercati. Mastercard annuncia di inserire le criptovalute tra i nuovi asset di pagamento accettati. Una delle più antiche banca d’America, la BNY Mellon, fara da custodia e permetterà ai suoi clienti di investire in criptovalute. Il Canada approva il primo ETF in Bitcoin. Su CME c’è stato il lancio ufficiale del primo Futures su Ethereum.  

Sembra che ci siano tutte le carte in regola per cambiamenti notevoli in area cripto. Staremo a vedere!