Tra oscillazioni, cadute e riprese, il mondo delle cripto è destinato a far patire ancora un poco i suoi investitori. Dopo l'ultimo calo registrato, l'intero settore si sta muovendo verso una seppur lenta ripresa.

Verge

Il protagonista delle ultime settimaneè Verge (XVG). Sicuramente non è paragonabile per forza e consenso al più blasonato Bitcoin ma ha avuto sicuramente sufficiente fascino per attirare gli hacker. Proprio qualcuno di questi è riuscito, all'inizio del mese, a sfruttare un bug per entrare nel sistema ed estrarre l'equivalente di 780mila dollari di critpovaluta nel giro di meno di tre ore. Cryptocurrency di Verge per estrarre le monete di Verge e l'ha avuto per un periodo di tempo di 3 ore. Le prime notizie riferivano di un trojan che aveva preso il controllo del 51% del protocollo, da qui la necessità di un hard fork per permettere di arginare il problema. Attualmente la valuta è quotata $0,083057 USD per una capitalizzazione pari a $ 1,019 miliardi. Ad ogni modo, nonostante i problemi evidenziati, la comunità degli esperti si dichiara rialzista. Il primo a sostenere l'ottimismo è l'esperto Patrick Ney secondo cui dopo aver terminato un lungo periodo ribassista, Verge sta sperimentando una forte pressione contro il Bitcoin oltre a un entusiasmo sugli acquisti come dimostrato dalla piattaforma di scambio Binance. Dato che sempre più acquirenti si rivolgono alla criptovaluta, con ogni probabilità i prezzi potranno mantenersi alti ancora per un po'.