David Brown, uno dei massimi esperti di economia e di finanza a livello planetario, ha affermato che Pechino ha una scelta: utilizzare le riserve valutarie per stabilizzare il renminbi o lasciare che raggiunga l'equilibrio da solo. Quest'ultima sarebbe la scelta migliore nel medio-lungo termine.



Renminbi cinese: il deprezzamento “annunciato”

La recente corsa sulle “montagne russe” del renminbi non è ancora finita. La moneta cinese è alla deriva in un mare di incertezza globale e Pechino non ha tante alternative per stabilizzarne la volatilità.

Nei prossimi mesi del 2019 si prevedono enormi fluttuazioni delle quotazioni del renminbi: ciò determinerà non poche difficoltà per gli investitori.

Le previsioni di Reuters stimano oscillazioni nel range compreso tra i 6.40 e i 7.50 nei confronti del dollaro, facendo perno attorno a una media di 6.74.

I prossimi eventi economici, come da calendario economico, saranno cruciali e determinanti per fare previsioni sul possibile scenario macroeconomico.