Molti lettori mi hanno recentemente scritto chiedendomi lumi ed informazioni su YouChain e che cosa rappresentasse nello specifico questo nuovo progetto imprenditoriale di cui ho voluto intenzionalmente condividere sui socials alcune notizie frammentarie e più che altro celebrative. Visto l’interesse che il tutto ha suscitato alla community mi permetto di dedicare questo post ad una mia personale visione imprenditoriale sul mondo della criptosfera e delle sue attuali opportunità di investimento. Chi segue anche il mio canale su YouTube avrà notato che sono sempre più presenti contenuti e commenti sulle altcoins, sul loro andamento e prospettive di evoluzione futura. Negli ultimi due anni, in parallelo ai mercati finanziari tradizionali, ho dedicato molto tempo allo studio e comprensione del mondo che gravita attorno e dentro tutta la criptosfera, soprattutto durante la formazione della bolla speculativa di fine 2017 che poi è deflagrata durante il 2018. Questo nuovo focus professionale non è iniziato intenzionalmente, ma direi proprio casualmente per le influenze che ho ricevuto da colleghi che vivono e operano in due nazioni a cui sono continuamente ed osmoticamente legato: Malta e Gibilterra. Da qualche anno sono infatti presente anche sul territorio spagnolo, logisticamente non molto distante proprio dalla mitica Rocca di Gibilterra.

Ora il destino ha voluto che proprio queste due piccole nazioni, seppur singole economie insignificanti in ambito mondiale, sono state in grado di convertirsi nelle due principali giurisdizioni in Europa per la costituzione e sviluppo di attività legate alla tecnologia della blockchain. Proprio Malta infatti è stata ribattezzata la blockchain island da tutto il mondo, e proprio qui alcuni mesi fa si è svolto il Malta Blockchain Summit, convogliando i più grandi operatori mondiali del settore (exchange, developer and dealer). Anche Gibilterra ha sviluppato negli ultimi due anni un business and legal environment ideale per lo startup di numerosi progetti imprenditoriali nella criptosfera. La possibilità di essere presente sempre più spesso all’interno di queste due nazioni mi ha permesso di sviluppare conoscenze e rapporti professionali che difficilmente sarebbe stato possibile avviare ed alimentare solo dall’Italia. Sempre durante questi ultimi due anni ho testato personalmente quasi tutte le piattaforme di exchange oltre a quelle di ICO advertising, in taluni casi investendo anche in ottica strategica di lungo periodo in alcune di esse come Crypterium e Bankex. Sono stati alla fine alcuni interlocutori asiatici conosciuti tra Malta e Gibilterra che mi hanno definitivamente convinto a prendere posizione come operatore istituzionale su questo mondo ancora sconosciuto alle masse, tuttavia destinato a modificare il concetto del denaro e la sua circolazione.