Sulla scia della chiusura negativa di venerdì scorso, anche la nuova settimana è partita con indicazioni poco incoraggianti per il mercato obbligazionario italiano.

BTP ancora in negativo, si allarga ancora lo spread

Lo spread BTP-Bund ha continuato ad allargarsi, fermandosi a quota 178,3 punti base, con un rialzo dell'1,83%, dopo aver avvicinato nell'intraday la soglia dei 190 con un top a 187,1 basis points.

Ancora vendite sui BTP che hanno perso ulteriormente terreno, pur riuscendo a limitare i danni nel finale, con il rendimento del decennale in rialzo dell'1,57% all'1,164%, dopo che nell'intraday è stato raggiunto un massimo all'1,231%.

BTP: sfumato il recupero. I fattori che hanno alimentato i sell

In mattinata c'è stato un tentativo di stabilizzazione che però non è andato a buon fine, malgrado il ritorno di qualche acquisto sui BTP, a fronte di vendite sui titoli core dell'area euro.

Le tensioni però sono tornate subito a dominare la scena, complici i deludenti aggiornamenti macro relativi all'attività manifatturiera che in Italia a febbraio ha registrato il 17esimo mese di fila in flessione.

A pesare sui BTP anche i costanti timori alimentati dalla diffusione del coronavirus, rientrati solo in parte dopo che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che l'Italia può ancora contenere l'epidemia.