BTP in dollari: mandato a 3 banche

Dopo aver completato la scorsa settimana il collocamento della seconda tranche del BTP futura, ieri il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha reso noto con un comunicato stampa di aver affidato a tre banche, Barclays, BofA Securities Europe e Goldman Sachs Bank Europe il mandato, in qualità di Lead Manager, per una nuova emissione a tasso fisso, denominata in dollari, formato SEC-Registered Global

Nella nota di ieri il MEF aveva indicato che l'emissione sarebbe stata effettuata nel prossimo futuro, in base alle condizioni di mercato”.

BTP in dollari: MEF comunicazione emissione titolo a 5 anni

Oggi in serata, tramite il Comunicato Stampa N° 259 del 17/11/2020, il Tesoro ha informato di aver emesso il nuovo BTP in dollari a 5 anni, fornendo i dettagli dell'operazione.

Il titolo ha scadenza 17 febbraio 2026, godimento 24 novembre 2020 e offre una cedola dell'1,25, pagata in due semestralità, mentre il regolamento dell’operazione è fissato per il 24 novembre 2020.

L’importo emesso è pari a 3 miliardi di dollari e il titolo è collocato al prezzo di 99,638%, corrispondente ad un rendimento lordo all’emissione del 1,322% in dollari USA.

BTP in dollari: a cosa serviranno i proventi

Il collocamento è stato effettuato mediante sindacato, costituito da tre lead manager, Barclays Bank, BofA Securities Europe e Goldman Sachs Bank Europe, mentre gli altri Specialisti in titoli di Stato italiani partecipano in qualità di co-lead manager.

Il MEF ha evidenziato nella nota che "I proventi derivanti dall’emissione potranno essere impiegati dall’emittente per necessità generali, ivi incluse finalità di gestione del debito".