Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha diffuso una nota questo pomeriggio, rendendo noto di aver affidato ad un gruppo di banche il mandato per un emissione su due linee mediante sindacato di due titoli di Stato.

Mef incarica gruppo di banche per emissione BTP su due linee

L'incarico è stato dato a Banca IMI, BofA Securities Europe, Deutsche Bank, JP Morgan Securities, Nomura e Société Générale per curare appunto il collocamento di due titoli BTP.

Nel dettaglio si tratta di un nuovo benchmark a 5 anni, con scadenza a 1 luglio 2025, la cui cedola ovviamente non è ancora nota.

Insieme a questo ci sarà la riapertura del BTP a 30 anni, con scadenza 1° settembre 2050 e cedola 2,45%.

BTP operazione coerente con linee guida gestione debito pubblico

Nella nota diffusa dal Tesoro si legge che tale operazione è coerente con quanto contemplato nel recente aggiornamento delle Linee Guida per la Gestione del Debito Pubblico 2020.

Queste ultime prevedono la possibilità di ricorrere al sindacato di collocamento per l’emissione di titoli con scadenza inferiore o uguale ai 10 anni.

BTP: indicazioni asta 29 aprile terranno conto dell'annuncio odierno

La transazione sarà effettuata nel prossimo futuro, in relazione alle condizioni di mercato.
Il Ministero ha precisato infine che l’annuncio dei titoli e dei quantitativi in offerta nelle aste di titoli a medio–lungo termine previste per mercoledì 29 aprile avverrà tenendo conto dell’operazione annunciata.