David Zahn, Head of European Fixed Income di Franklin Templeton, spiega che i mercati finanziari stanno vivendo un'estrema volatilità, e questo è certamente il caso dei mercati obbligazionari europei. Il solito rifugio sicuro fornito dai titoli di stato è stato messo in discussione dalla serie di misure fiscali messe a punto dai governi, combinate con una Banca centrale europea (BCE) che guarda dietro la curva per affrontare la crisi.

Tutti i mercati del credito sono sotto stress e operano in modalità di rilevamento dei prezzi a causa della scarsa liquidità, offrendo opportunità per gli investitori con un orizzonte temporale più lungo. Al momento, David Zahn ritiene che l'ampio selloff non sia riuscito a distinguere i fondamentali, ma David Zahn continua a monitorare attentamente i mercati. Il mercato europeo high-yield e i titoli finanziari subordinati subiscono la pressione maggiore. Detto questo, i bilanci delle banche europee sono generalmente molto solidi e David Zahn è confortato dal grande pacchetto di sostegno fiscale e di liquidità annunciato fino ad oggi, nonché dalla flessibilità normativa dimostrata dalla BCE che dovrebbe aiutare a mitigare l'impatto economico dell'epidemia.

La crescita nell'eurozona sta subendo un duro colpo, a causa delle procedure di isolamento Covid-19 in atto ed è attualmente a livelli di recessione. Tuttavia, David Zahn ritiene che le risposte fiscali e monetarie dovrebbero consentire all'economia di riprendersi ai livelli attuali una volta superata la crisi, sebbene i tempi di tale rimbalzo siano molto difficili da determinare. La principale opportunità / rischio per l’eurozona in questo ambiente è incentrata sulla capacità dei suoi leader di riunirsi e creare un approccio europeo veramente unificato per affrontare la crisi. Ciò non è accaduto in passato, ma forse questa crisi galvanizzerà l'Europa per riunirsi. Se questa risposta unificata non si verifica, i rischi di un'altra crisi finanziaria dell'eurozona aumenteranno.

Nella maggior parte dei propri portafogli obbligazionari europei, David Zahn è molto liquido e ha posizioni di liquidità elevate. Le allocazioni sono principalmente in titoli di stato, con piccole esposizioni al credito high yield e investment grade, che è positivo in termini di liquidità e riposizionamento, ma dato l'attuale selloff nel mercato dei titoli di Stato non è molto utile a breve termine. David Zahn continuerà ad essere dinamici nella gestione dei portafogli e cercheremo di riposizionarli, quando opportunità e informazioni lo consentiranno.