Assegno Unico: quali sono le date per il pagamento di dicembre 2023

Chi sono i cittadini che possono ricevere il pagamento di dicembre 2023 per l’Assegno Unico? Tutto su date, importi e requisiti.

assegno-unico-dicembre-date-pagamento

Si avvicina sempre di più la data in cui saranno predisposti i pagamenti dell’INPS per quanto riguarda l’Assegno Unico.

Infatti, a dicembre i beneficiari dell’Assegno unico e universale, con figli a carico, potranno ricevere l’ultima mensilità del 2023.

Si tratta, lo ricordiamo, di una prestazione economica che è stata introdotta a partire dal primo marzo del 2022, nel rispetto di quanto stabilito dal decreto legislativo del 29 dicembre 2021 numero 230.

A questo proposito, nell’articolo vediamo quali sono le date dei pagamenti di dicembre 2023 per l’Assegno Unico e chi lo riceverà a dicembre.

Pagamenti Assegno Unico: le date di dicembre

Nel mese di dicembre 2023, l’Assegno Unico potrà essere ricevuto dalle famiglie con figli a carico, a partire dal giorno venerdì 15 dicembre.

In questo modo, i nuclei familiari a cui spetta l’erogazione dell’assegno Unico potranno ricevere gli importi dell’assegno prima dell’arrivo delle feste di Natale.

Quello del 15 dicembre sarà così l’ultimo accredito di quest’anno per quanto riguarda l’Assegno unico e universale erogato nei confronti delle famiglie italiane.

Tuttavia, occorre sottolineare che le date in cui effettivamente si vedranno gli accrediti dell’Assegno Unico potrebbero essere coinvolte da alcune modifiche e variazioni, in base alle singole sedi INPS.

Inoltre, è necessario anche precisare che l’accredito dell’Assegno Unico per il giorno venerdì 15 dicembre viene riconosciuto verso quella platea di genitori che hanno già beneficiato nei mesi scorsi del beneficio.

Per quanto riguarda, invece, quei cittadini che riceveranno a dicembre il primo pagamento dell’Assegno Unico, in questo caso bisognerà attendere la fine del mese successivo a quello della data di invio della domanda per AU all’INPS.

Leggi anche: Assegno unico dicembre 2023 ridotto: come evitare il taglio, chi rischia e perché.

Assegno Unico, chi lo riceve a dicembre

Abbiamo quindi visto qual è la data di avvio dei pagamenti per l’Assegno unico e universale. Ma a chi spetta l’erogazione del sostegno per il mese di dicembre? 

A questo proposito, vale la pena ricordare chi sono i potenziali beneficiari dell’assegno e quali sono i requisiti e le condizioni obbligatorie che devono essere necessariamente rispettate ai fini dell’accredito da parte dell’INPS.

Rientrano dunque nella categoria di beneficiari dell’Assegno Unico di dicembre coloro he esercitano la responsabilità genitoriale per ogni figlio minorenne a carico, nonché per ogni figlio maggiorenne a carico fino ai ventuno anni di età, purché sussistano determinate condizioni.

Potranno ricevere il pagamento dell’Assegno Unico di dicembre anche i genitori con un figlio a carico che presenta disabilità, senza limitazioni anagrafiche, e i genitori per i nuovi nati, a partire dal settimo mese di gravidanza.

Nei casi in cui il figlio a carico è maggiorenne, l’Assegno Unico spetta solo se ricorre almeno una tra le condizioni fissate dall’INPS.

Nello specifico, il figlio maggiorenne frequenta un corso di formazione scolastica, professionale o un corso di laurea, oppure sta svolgendo un tirocinio con reddito inferiore a 8 mila euro annui, o ancora svolge il servizio civile universale, oppure si trova in uno stato di disoccupazione.

Assegno Unico: quanto spetta con il pagamento di dicembre

Accedendo al portale istituzionale dell’INPS è possibile andare anche a verificare quali saranno gli importi da ricevere nel prossimo pagamento di dicembre dell’Assegno Unico.

Questo è reso possibile grazie allo strumento di simulazione dell’importo dell’Assegno Unico, mediante il quale si può ottenere una proiezione effettiva di quanto si riceverà sul prossimo accredito mensile.

In generale, se andiamo ad ipotizzare un nucleo familiare con un ISEE pari a 25 mila euro, un figlio minore a carico, e nessun tipo di condizione mediante il quale è possibile accedere alle maggiorazioni dell’Assegno Unico, l’accredito sarà pari a 144,90 euro al mese.

Al contrario, in altri casi è possibile usufruire di una serie di maggiorazioni in base alle caratteristiche dei genitori e/o dei figli a carico. Ad esempio, il pagamento di dicembre dell’assegno Unico può essere più ricco se si tratta di figli a carico con sette mesi e fino ad un anno di vita.

O ancora, sono previste maggiorazioni per le madri con età inferiore ai ventuno anni, oppure se entrambi i genitori risultano essere titolari di reddito da lavoro.

Leggi anche: Assegno unico, aumento del 50%: a chi spetta e le novità in arrivo nel 2024.