Bonus anziani da 850 euro: ecco come averlo e fino a quando dura

Bonus anziani da 850 euro verso l'approvazione: vediamo come averlo, da quando si può presentare la domanda e fino a quando durerà.

Il Consiglio dei Ministri sta discutendo l’approvazione del bonus anziani da 850 euro. Il contributo, destinato ad una platea piuttosto ristretto di over 80, dovrebbe avere validità per due anni: vediamo come averlo e quali sono i requisiti.

Bonus anziani da 850 euro: ecco come averlo

Il bonus anziani da 850 euro al mese potrebbe diventare presto realtà. Il Consiglio dei Ministri ne sta ancora discutendo l’approvazione definitiva, ma secondo alcune indiscrezioni non sono sorte problematiche attuative. Questo significa che il contributo dovrebbe entrare in vigore nei prossimi mesi, andando ad alleviare l’esistenza precaria di diversi over 80.

Si tratta, però, di una platea piuttosto ristretta di persone, circa 25mila persone. Per accedere all’incentivo di 850 euro al mese bisogna avere determinati requisiti: almeno 80 anni d’età, Isee pari o inferiore a 6mila euro, essere titolari di indennità di accompagnamento e avere una disabilità molto grave.

Pertanto, il bonus anziani da 850 euro è rivolto solo ad anziani over 80 non autosufficienti, già in possesso di un’indennità di accompagnamento per una disabilità grave e con reddito Isee massimo di 6 mila euro. Per ora, non sono ancora state chiarite le procedure inerenti la domanda, ma sembra che sarà l’Inps a verificare in automatico chi rispetta i requisiti.

E’ bene sottolineare che il contributo ha lo scopo di limitare la solitudine e l’isolamento sociale degli over 80. Per questo, coloro che non utilizzeranno gli 850 euro nel modo corretto subiranno una revoca dell’incentivo. Al momento, i soldi possono essere spesi per pagare i lavoratori di cura e assistenza, quindi badanti o caregiver, oppure le strutture di cura in cui l’anziano risiede.

Quando entra in vigore il bonus anziani da 850 euro?

Se il bonus anziani da 850 euro dovesse essere approvato in via definitiva, consentirebbe a circa 25mila over 80 di ricevere, oltre alla cifra di indennità pari a 531,76 euro, un importo complessivo di 1.381,76 euro al mese. Una somma che permetterebbe a molte persone di condurre un’esistenza più che dignitosa.

Il contributo dovrebbe essere corrisposto a partire da gennaio 2025 e restare in vigore per due anni, fino al mese di dicembre 2026. E’ bene sottolineare che si tratta di una misura legata ad una riforma prevista dal Pnrr, ma una suo eventuale prolungamento o un’estensione dell’incentivo dipenderà dai soldi a disposizione del Governo nei prossimi anni.

In attesa di avere qualche conferma, sappiamo che il bonus anziani ha già creato un certo malcontento. L’incentivo, infatti, è destinato ad una platea di circa 25mila persone, su un totale di 4 milioni di anziani non autosufficienti e oltre un milione di persone che ricevono l’accompagnamento.

Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi
Copywriter, classe 1985. Laureata in Scienze Storiche presso l'Università La Sapienza di Roma, con una seconda laurea in Scienze Religiose alla Pontificia Università Lateranense, ho una passione per la scrittura e la lettura. Ideatrice di un blog dedicato ai libri, il mio motto è πάντα ῥεῖ, tutto scorre.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate