Bonus badante per anziani: a chi spetta e come presentare domanda nel 2024

A chi spetta e quali sono i requisiti per ricevere il bonus badante per anziani nel 2024? Ecco come funziona.

È in arrivo il bonus badante 2024. Ma come funziona e quali sono i requisiti di questo contributo economico?

Attraverso il decreto PNRR 2024 è stata introdotta una misura economica con l’obiettivo di andare a migliorare il livello qualitativo delle persone anziane che risultano essere non autosufficienti.

Si tratta, tuttavia, di un bonus con requisiti piuttosto stringenti che entrerà in vigore a tutti gli effetti a partire dal primo aprile 2024.

Vediamo allora in questo articolo come funziona il bonus badante per gli anziani, a chi spetta ma soprattutto quali sono i requisiti e le condizioni obbligatorie per poter ricevere la misura economica.

Come funziona il bonus badante per anziani

Il bonus badante 2024 è stato concepito al fine di supportare le persone anziane per poter sostenere le spese economiche legate all’assunzione di badanti e collaboratori.

In generale, il bonus badante 2024 si configura come uno sconto dall’importo massimo di 3.000 euro l’anno sui contributi previdenziali e assicurativi.

A questo proposito, con questa misura, tutti i datori di lavoro che decideranno di contrattualizzare a tempo indeterminato un badante che si dedicherà ad un anziano, non saranno tenuti all’obbligo di versamento dei contributi assicurativi e previdenziali nei confronti dei lavoratori.

Dunque, chi ha diritto al bonus badante potranno godere dell’esenzione del versamento dei contributi verso i lavoratori. Sarà quindi lo Stato ad assumersi l’onere di tali versamenti.

Occorre precisare che l’esonero in questione potrà essere valido per tutti i contratti di lavoro stipulati a partire dal 1° aprile 2024 fino al giorno 31 dicembre 2025. Inoltre, si potrà usufruire del bonus badante per gli anziani per una durata massima di 5 anni.

I requisiti del bonus badante 2024

Come annunciato in precedenza, sicuramente per poter usufruire correttamente dello sconto dei contributi previdenziali ed assicurativi, è necessario assicurarsi di rispettare i requisiti del bonus badante 2024.

Innanzitutto, una prima condizione obbligatoria che deve essere rispettata è quella dell’ISEE.

In tal senso, gli anziani che procederanno all’assunzione di un collaboratore domestico a tempo indeterminato potranno beneficiare del bonus badante 2024 solo se rispettano il limite ISEE massimo di 6 mila euro.

Altri requisiti legati al bonus badante 2024, si riferiscono anche agli stessi anziani che stipulano il contratto per ricevere assistenza da parte del badante assunto.

A questo proposito, il decreto Pnrr ha previsto i seguenti requisiti nei confronti degli anziani: 

  • età anagrafica superiore agli 80 anni;

  • non essere autosufficienti;

  • essere titolari di un’indennità di accompagnamento.

Queste quindi le tre condizioni essenziali che devono essere rispettate dagli anziani affinché possano ricevere il bonus badante 2024.

Infine, un ultimo requisito essenziale riguarda le modalità di assunzione del collaboratore domestico. In questo caso, è necessario che il contratto rispetti i criteri, l’inquadramento e la remunerazione, in vigenza di quanto previsto dall’attuale contratto collettivo nazionale del settore del lavoro domestico.

Leggi anche: Bonus colf e badanti, parte il click day! Come funziona e come presentare domanda.

Bonus anziani 2024: come fare domanda

Per il momento, manca ancora una normativa di riferimento in merito alle modalità di presentazione della domanda

Dunque, non è ancora chiara la modalità di invio della richiesta per ricevere il bonus anziani 2024.

Verosimilmente la domanda dovrà essere presentato all’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, tenendo conto delle indicazioni che saranno fornite prossimamente da parte dell’INPS, appunto.

In generale, tra i documenti che dovranno essere trasmessi unitamente alla domanda vi è l’attestazione ISEE in corso di validità.

Leggi anche: Bonus 1.000 euro per anziani non autosufficienti: a chi spetta la prestazione universale.

Viviana Vitale
Viviana Vitale
Aspirante giornalista e social media manager freelance, classe 1995. Le mie più grandi passioni sono la scrittura e il marketing digitale. Sono state proprio queste a portarmi oggi a far parte del team di redattori di Trend-online e a collaborare come professionista della comunicazione con varie aziende italiane.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate