Il bonus benzina è una bufala? Facciamo chiarezza

Il bonus benzina di cui si parla nelle ultime ore ha suscitato diversi dubbi: si tratta di un'agevolazione reale o è una bufala? Scopriamolo insieme.

Negli ultimi giorni, abbiamo insistentemente sentito parlare di un bonus benzina da 200 euro, destinato ai lavoratori. Ebbene, il rinnovo della misura sembra proprio non essere reale.

Il bonus benzina è una bufala, o potremo fruire dell’agevolazione sul carburante anche nel 2024? Facciamo chiarezza.

Il bonus benzina 2024 è una bufala?

Tutti noi, nelle ultime ore, abbiamo sentito parlare nuovamente di un bonus benzina confermato per l’anno corrente.

Si tratterebbe, secondo le informazioni fornite dalle diverse testate, di un’agevolazione del tutto analoga a quella attivata dal Governo nel 2023.

Dunque, stando alle più recenti notizie in circolazione, il bonus benzina 2024 sarebbe stato nuovamente confermato. E a questa notizia è stato dato ampio credito, dato che moltissime testate, anche di alto livello, hanno riportato la news come cosa certa.

Ma è davvero così?

In realtà, l’agevolazione ha un fondo di verità: come detto, nel 2023, l’agevolazione esisteva davvero, e veniva erogata ai dipendenti.

In sostanza, il datore di lavoro poteva rimborsare l’acquisto del carburante al proprio dipendente, in accordo col DL Trasparenza 2023. Tale decreto non ha fatto altro che confermare una precedente misura del 2022, e dunque un bonus sul carburante, per i dipendenti, fino allo scorso anno esisteva davvero.

Tra le altre cose, gli importi concessi non concorrevano a formare reddito, e non erano dunque tassati. Per tutte queste ragioni, la misura si è rivelata particolarmente apprezzata, ed in molti aspettavano con impazienza la sua conferma per l’anno corrente.

Tuttavia, la misura non è stata confermata con la Manovra 2024.

Dunque, la verità sul bonus benzina 2024 è che questa misura, per l’anno corrente, non ha trovato conferma.

Bonus benzina, niente conferma per il 2024: si tratta di una bufala

Per poter erogare il bonus benzina anche nel 2024, infatti, serviva un apposito fondo. Il quale, però, non è stato stanziato e tra l’altro, come già detto, la Manovra 2024 non cita alcun bonus sul carburante.

È vero che, a favore dei dipendenti, sono stati rivisti e rimodulati i fringe benefit, che consentono al lavoratore il saldo di diverse spese.

Esistono, ad esempio, i fringe benefit affitto, che consentono il pagamento per le spese del canone di locazione. Allo stesso modo, tali benefit possono essere utilizzati per il saldo della rata mutuo, ma anche per pagare le bollette.

Tuttavia, tra le spese che si possono sostenere con i fringe benefit non ci sono assolutamente quelle legate al carburante.

Quindi ci tocca deludere le aspettative di coloro che speravano di poter contare sull’agevolazione anche nel 2024: il bonus benzina è una bufala.

Spese carburante con la Social Card

L’unico modo per ottenere un bonus sul carburante per rifornire la propria vettura è rappresentato dall’utilizzo della Social Card Dedicata a te.

Stando alle ultime notizie su questa particolare carta, che viene concessa in caso di reddito basso, la prossima ricarica permetterà anche di pagare il rifornimento di carburante alla propria auto.

Anche se non si tratta di un vero e proprio bonus benzina, quindi, chi ha diritto alla Social Card Dedicata a te potrà sfruttarla anche per fare rifornimento al proprio veicolo.

Al momento, però, non sappiamo ancora quando arriverà la prossima ricarica della Carta Acquisti Dedicata a te.

Sappiamo che la nuova ricarica avrà un importo simile alla ricarica precedente, che ha concesso agli aventi diritto 382,50 euro.

E sappiamo anche che ne avranno diritto i nuclei familiari con ISEE non superiore ai 15.000 euro annui.

A differenza del fantomatico bonus benzina di cui si parla nelle ultime ore (che non è altro che una bufala), la nuova ricarica della carta Dedicata a te è stata confermata. I beneficiari potranno quindi fruire della Carta anche durante l’anno 2024.

Tuttavia, non è stata ancora data alcuna comunicazione ufficiale dal Governo in merito alla data di accredito. Per poter contare sulla nuova ricarica, i beneficiari dovranno attendere apposito decreto con le istruzioni per l’erogazione e l’utilizzo dell’agevolazione.

Alessia Seminara
Alessia Seminara
Copywriter, classe 1991. Versatile, multipotenziale, laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università degli Studi di Catania, con una seconda laurea in Logopedia, ho una passione per la scrittura e il web copywriting. Entrambe mi hanno portato a concludere la canonica formazione accademica e ad intraprendere un ulteriore percorso di formazione in Seo e Copy Persuasivo. Grazie a vari corsi di formazione ho approfondito le mie conoscenze in ambito Digital Martketing. Negli anni ho stretto diverse collaborazioni come copywriter freelance per seguire variegati progetti.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate