Bonus bollette 2023, tutto sul limite ISEE: le soglie per ottenerlo fino a dicembre

Anche a ottobre è possibile beneficiare del bonus bollette 2023. Per poterlo ottenere è importante avere un ISEE sotto una certa soglia. Ecco tutti i dettagli.

bonus bollette 2023 limite isee

Le famiglie in difficoltà economica hanno la possibilità di beneficiare del cosiddetto bonus bollette 2023.

Ci riferiamo al bonus sociale, lo sconto in bolletta gestito da Arera, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, che tende una mano ai nuclei familiari meno abbienti.

È dal 2021 che gli sconti vengono applicati in automatico in bolletta. Per ottenerli, però, è fondamentale che la famiglia abbia presentato la DSU e ottenuto il modello ISEE. Per stabilire la platea dei beneficiari, infatti, viene utilizzato proprio l’ISEE, il quale non deve superare una certa soglia.

Più d’una in realtà. Da una parte, perché c’è chi con un ISEE più basso può ottenere il pieno importo, dall’altra perché sono previste maggiorazioni per i nuclei familiari più numerosi.

Inoltre, novità sono arrivate con il decreto energia approvato alla fine di settembre dal Consiglio dei ministri. Il bonus bollette 2023 non è stato solo riconfermato per gli ultimi tre mesi dell’anno, ma anche potenziato.

Cos’è il bonus bollette e perché serve l’ISEE

La crisi energetica ha messo in ginocchio moltissimi cittadini e famiglie. Con l’aumento dei prezzi, anche il più piccolo sforzo di risparmio sulla corrente elettrica e sul gas è stato fondamentale per contenere i costi in bolletta.

Le famiglie che si trovano in maggiori difficoltà economiche, però, hanno un aiuto in più per superare questi difficili periodi. Parliamo proprio dei bonus bollette, gli sconti che vengono applicati alla bolletta della luce e del gas.

Per poterne beneficiare, però, è fondamentale avere un ISEE in corso di validità e che questo rimanga entro una certa soglia. È in questo modo, infatti, che lo Stato può verificare quali sono le famiglie che hanno diritto al bonus.

Qual è il limite ISEE per ottenere il bonus bollette

Come abbiamo accennato, il bonus sociale è uno sconto in bolletta (luce e gas) per tutte le famiglie che si trovano in difficoltà economiche.

Per individuare la platea dei beneficiari, dunque, si fa riferimento all’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, richiesto anche per ottenere molti altri bonus dallo Stato.

Originariamente, come evidenziato anche sul sito di Arera, potevano beneficiare del bonus bollette le famiglie con:

  • ISEE non superiore a 9.530 euro;

  • ISEE non superiore a 20.000 euro nel caso di famiglie numerose (cioè con 4 o più figli a carico).

La recente crisi energetica, però, ha costretto il governo ad apportare dei cambiamenti per tendere la mano ai cittadini. È per questo motivo che le soglie ISEE appena viste sono state modificate per l’anno in corso.

Bonus bollette 2023: i limiti ISEE per ottenere gli sconti in bolletta

Le modifiche apportate ai bonus sociali hanno permesso a una più ampia platea di beneficiare degli sconti in bolletta.

In particolare, per i bonus sociali elettrico e gas, è stata aumentata la soglia ISEE per tutto il 2023. Possono, dunque, beneficiare degli sconti:

  • le famiglie con ISEE non superiore a 15.000 euro;

  • le famiglie numerose (con 4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a 30.000 euro;

  • nuclei familiari con titolari di reddito o pensione di cittadinanza.

In sostanza, a poter ottenere gli sconti in bolletta sono anche coloro che hanno un ISEE fino a 15.000 euro. C’è, però, da dire che, a seconda delle soglie ISEE di riferimento, cambiano anche gli importi del bonus.

Infatti, coloro che hanno un ISEE non superiore a 9.530 euro (la soglia ISEE originaria per ricevere gli sconti in bolletta) hanno diritto al 100% dell’importo previsto dal bonus. Le famiglie che, invece, hanno un ISEE compreso tra 9.530 euro e 15.000 euro possono avere diritto al bonus nella misura dell’80% di importo ordinario.

Come è cambiato il bonus bollette 2023 dopo il decreto energia

Novità sono previste anche per il bonus bollette a ottobre 2023. Il motivo sta nell’approvazione del cosiddetto decreto energia approvato in Consiglio dei ministri il 25 settembre di quest’anno.

Per far fronte ai nuovi rincari e all’aumento dei prezzi di energia e gas, il governo ha dovuto apportare nuove modifiche ai bonus bollette. Prima di tutto, questi andavano prorogati. Il governo, dunque, ha deciso di prolungare i bonus sociali fino alla fine dell’anno.

Anche nel mese di ottobre, quindi, i cittadini che hanno un ISEE in corso di validità entro le soglie stabilite potranno continuare a ricevere, in automatico, gli sconti in bolletta.

Ma la proroga dei bonus bollette non è la sola novità che ha riguardato questo prezioso aiuto per le famiglie meno abbienti.

Oltre alla proroga dei bonus fino a dicembre 2023, il decreto energia ha anche potenziato i bonus bollette. Ciò significa che per i mesi di ottobre, novembre e dicembre è previsto un contributo straordinario che farà alzare ulteriormente il valore dello sconto in bolletta.

Tale contributo straordinario dovrebbe crescere al crescere del numero dei componenti del nucleo familiare, con importi che verranno stabiliti da Arera. Manca poco, però, per conoscere le cifre stabilite.

 Il decreto non ha, invece, non ha confermato la proroga per la fine del mercato tutelato.