Bonus bollette per luce e gas: ecco i nuovi limiti ISEE da Settembre 2023

Arrivano i nuovi limiti ISEE da rispettare per chi intende ricevere il bonus bollette per luce e gas: ecco quali sono i nuovi requisiti reddituali.

bonus-bollette-nuovi-limiti-isee

Con l’imminente arrivo della stagione autunnale, in molti sono i cittadini già preoccupati per le spese che dovranno affrontare i rincari energetici che purtroppo continuano ad interessare le bollette degli italiani.

Per questo motivo, tra i temi da approfondire c’è sicuramente quello di come funziona il bonus bollette e, soprattutto, quali sono i nuovi limiti ISEE che saranno rispettati a partire dal mese di settembre 2023.

Dunque, in questo articolo, andremo a fornire una panoramica generale di tutte le condizioni obbligatorie, senza le quali non sarà possibile fruire del bonus bollette negli ultimi mesi del 2023.

Bonus bollette: i limiti ISEE

Per il mese di settembre, potranno accedere al bonus bollette, e quindi fruire dei bonus legati alle spese per luce e gas, esclusivamente quelle categorie di cittadini che rispettano un determinato limite ISEE.

In generale, il limite ISEE 2023 stabilito per il mese di settembre 2023, è quello di 15 mila euro. Ciò significa che potranno fruire del bonus per luce e gas soltanto le famiglie che rispettano tale condizione.

Tuttavia, è stato previsto un’innalzamento del limite ISEE nei confronti di quei nuclei familiari che hanno almeno quattro figli a carico. In questo caso, il limite ISEE che sarà considerato ai fini dell’erogazione del bonus bollette 2023, è quello di 30 mila euro.

Inoltre, potranno fruire del bonus bollette, a prescindere dalle soglie limite relative all’ISEE citate in precedenza, anche quelle famiglie che risultano essere titolari di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Gli importi del bonus bollette

Ora che abbiamo visto a tutti gli effetti quali sono i limiti ISEE che dovranno essere rispettati ai fini del riconoscimento del bonus bollette, è bene anche fare un’ulteriore precisazione.

Si tratta di un aspetto essenziale relativo al bonus per luce e gas, quello dell’importo. Infatti, gli importi del bonus bollette possono cambiare proprio a seconda del requisito reddituale.

Ciò significa che per quelle famiglie che hanno meno di quattro figli e con un ISEE inferiore ai 9.530 euro, sarà possibile fruire del bonus luce e gas con il suo importo pieno, dunque, al 100%.

Si riduce invece all’80% dell’importo complessivo ordinario, il bonus bollette che viene erogato nei confronti delle famiglie che rientrano nella fascia ISEE tra 9.530 euro e 15 mila euro.

Come ricevere lo sconto con il bonus bollette

Va ricordato che il bonus bollette 2023 è quindi riconosciuto nei confronti delle famiglie italiane che vivono una particolare condizione di disagio economico, in maniera completamente automatica.

Ciò significa che, per poter fruire dello sconto, sarà necessario soltanto trasmettere con cadenza annuale la Dichiarazione Sostitutiva Unica, la cosiddetta DSU, e rispettare l’apposito limite ISEE citato nei precedenti paragrafi.

Il bonus bollette 2023 sarà quindi riconosciuto direttamente in maniera automatica in bolletta.

Per saperne di più su chi sono gli esclusi che non potranno ricevere il bonus bollette per luce e gas, leggi anche: Bonus bollette luce e gas: chi non può più richiederlo da settembre 2023.