Bonus bollette luce e gas in scadenza: ecco cosa succederà da settembre 2023

Il Bonus Bollette luce e gas è in imminente scadenza: da settembre 2023 in caso di mancata proroga da parte del governo Meloni la stangata per gli italiani potrebbe essere molto alta. Ecco i possibili scenari.

bonus-bollette-scadenza-settembre-2023

Settembre di solito è tempo di bilanci e rinnovi. Anche il governo Meloni dopo la pausa estiva si ritrova a fare i conti con le tante agevolazioni in scadenza tra cui il Reddito di cittadinanza e il bonus bollette Luce e gas.

Entro settembre scade infatti la proroga del governo per il Bonus bollette. Rinnovato a marzo dopo essere stato riconfermato e potenziato nella Manovra finanziaria 2023, adesso è in attesa di un ulteriore proroga.

Da gennaio 2023, dopo la pubblicazione della Manovra finanziaria il bonus bollette luce e gas a subito dei cambiamenti, riguardanti soprattutto i limite ISEE ampliando cosi la platea dei beneficiari.

Fino al 31 dicembre dello scorso anno per accedere al bonus era richiesto un limite ISEE non superiore ai 12.000 euro. Con la nuova manovra il limite è salito a 15.000 euro, mentre è rimasta immutata la soglia dei 20.000 euro per le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico.

Con le varie proroghe il governo ha teso una mano alle famiglie in difficoltà sempre più pressate dalla crisi economica attuale. Ma cosa succederà in caso di un mancato rinnovo a partire da fine settembre?

Ecco gli scenari possibili.

Bonus bollette luce e gas in scadenza: ecco cosa succederà da settembre 2023

Il governo in questi mesi è stato molto vicino alle famiglie italiane grazie ai numerosi bonus riconfermati e attivati.

Molti però di questi si stanno avvicinando alla scadenza: resteranno in vigore ancora per tutto settembre, e a partire da ottobre però se non riconfermati spariranno.

L'ultimo rinnovo in ordine cronologico è arrivato a fine giugno, soltanto a pochi giorni  dalla scadenza della proroga precedente.

In quella proroga però non erano stati riconfermati i crediti d'imposta per le imprese ma erano state prolungate altre misure: l'abbassamento dell'Iva al 5% per il gas e per lo stesso l'azzeramento degli oneri di sistema.

Prorogato anche il bonus sociale luce e gas fino al 30 settembre 2023 per le famiglie con un Isee inferiore ai 15.000 euro.

Per le famiglie numerose con almeno quattro figli il tetto ISEE si alza a 30.000 euro: per loro, però il bonus resterà attivo fino a dicembre 2023.

Cosa succederà in caso di mancato rinnovo allora? Per i nuclei familiari sotto i 15.000 euro di Isee fruitori del bonus torneranno a pagare le bollette a prezzo pieno.

Cosi come non è stato necessario fare domanda per aver il bonus, perché gli sconti erano inseriti direttamente in fattura, così non saranno date comunicazioni particolari alla scadenza del bonus.

In caso di mancata proroga dunque, secondo le stime diffuse da Arera le bollette della luce costeranno in media a famiglia tra i 40 e i 60 euro in più mentre per quelle del gas in media si spenderanno in più tra i 20 e i 40 euro a seconda della zona climatica.

Bonus Bollette Luce e Gas, possibile un ulteriore proroga

Secondo alcune indiscrezioni e dichiarazioni rilasciate dai membri del governo Meloni, l’esecutivo ha tutte le intenzioni di rinnovare i bonus in scadenza a settembre.

A confermarlo la voce del ministro dell'Ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, che ha sottolineato la volontà di continuare a sostenere le famiglie italiane in questo momento di crisi anche se ciò comporta un impegno economico non di poco conto.

Lo stesso ministro ha sottolineato anche la volontà del governo di attuare una politica ambientale che punta al risparmio energetico grazie agli incentivi per l'autoproduzione di energia elettrica.

Infatti di prossima approvazione sarò un'altra misura che riguarda il Fondo nazionale per il reddito energetico.

Questo servirà per la realizzazione di impianti fotovoltaici in assetto di autoconsumo

Secondo le dichiarazioni del ministro Gilberto Pichetto Fratin:

"L'obiettivo è consentire l'accesso agevolato all'energia rinnovabile per persone che appartengono a nuclei familiari con Isee inferiore ai 15mila euro o ai 30mila, avendo almeno quattro figli a carico. Con questo provvedimento perseguiamo un doppio fine: quello sociale di sostegno alle fasce più deboli e, allo stesso tempo, quello ambientale perché promuoviamo l'utilizzo di energia rinnovabile".

Ecco gli importi del bonus validi fino a settembre

Gli importi dei due bonus dipendono da numerosi fattori.

Il valore del bonus luce varia in relazione al numero delle persone che compongono il nucleo familiare e all’ISEE.

Dal 1° gennaio fino a 31 settembre 2023 l’importo previsto per famiglie composte da 1-2 componenti è di 182,7 euro. Si passa a 236,7 euro per i nuclei composti da 3-4 componenti e , infine  265,5 euro per le famiglie con più di 4 componenti.

Per la cifra del bonus gas oltre alla composizione del nucleo familiare e all’ISEE, si aggiunge anche la categoria d’uso associata alla fornitura e la zona climatica. Più è fredda la zona di residenza più aumenta lo sconto in bolletta.