Bonus mobili 2023, quali mobili ed elettrodomestici puoi acquistare: le spese agevolate

Bonus mobili 2023, l’Agenzia delle Entrate specifica quali mobili ed elettrodomestici possono essere acquistati.

Il bonus mobili 2023 presenta diverse novità rispetto allo scorso anno. L’Agenzia delle Entrate ha, dunque, aggiornato la guida dedicata all’agevolazione offrendo chiarimenti in merito alle nuove regole.

Soprattutto, nella guida è presente l’elenco delle spese agevolabili, cioè la lista in cui sono specificati tutti i tipi di mobili ed elettrodomestici che possono essere acquistati beneficiando della detrazione.

È importante ricordare che per il 2023 la detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo la cui soglia sale a 8.000 euro per poi tornare, il prossimo anno, a 5.000 euro.

Bonus mobili, come funziona nel 2023 e cosa si può acquistare

Diverse sono le novità che riguardano il bonus mobili nel 2023.

Il bonus in questione è stato particolarmente sfruttato dagli italiani negli scorsi anni. Questo perché offre la possibilità di usufruire di una detrazione del 50% sulle spese effettuate per acquistare elettrodomestici e mobili destinati ad arredare case ristrutturate.

Solo per il 2023, la soglia massima sulla quale calcolare la detrazione è stata fissata a 8.000 euro (lo scorso anno era più alta: 10.000 euro). Il bonus, comunque, vale esclusivamente per acquistare alcuni tipi di mobili e grandi elettrodomestici.

Bonus mobili 2023, quali mobili acquistare: l’elenco delle spese agevolate

Se si sono effettuati lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria in casa è possibile usufruire di una detrazione Irpef per risparmiare sull’acquisto degli elettrodomestici e dei mobili che andranno ad arredare l’immobile in questione.

Tuttavia, non è possibile scegliere qualsiasi tipo di mobili/elettrodomestici per poter beneficiare dell’agevolazione, ma bisogna tenere in considerazione quelli che vengono segnalati nell’elenco delle spese agevolabili.

L’elenco completo dei beni che si possono acquistare è compreso nella guida al bonus mobili dell’Agenzia delle Entrate, aggiornata per il nuovo anno nel mese di gennaio 2023.

Benché siano stabilite delle limitazioni, l’elenco comprende una grande varietà di mobili ed elettrodomestici.

Per quanto riguarda i primi, nella lista dei beni agevolabili rientrano molti grandi mobili, con l’esclusione, però, di complementi d’arredo. In particolare, con il bonus mobili è possibile acquistare:

  • letti, materassi e comodini

  • armadi e cassettiere

  • tavoli e scrivanie

  • librerie

  • sedie

  • divani e poltrone

  • librerie

  • apparecchi di illuminazione.

A essere esclusi dalla lista delle spese ammesse sono porte e pavimentazioni, nonché tendaggi e altri complementi di arredo. Sull’acquisto di questi prodotti, infatti, non è possibile beneficiare della detrazione.

Il bonus vale non solo per l’acquisto di tali mobili, ma anche per le spese di trasporto e di montaggio.

Bonus mobili 2023, quali elettrodomestici si possono acquistare: l’elenco delle spese ammesse

Particolari limitazioni sono previste, poi, per l’acquisto degli elettrodomestici.

In questo caso, infatti, il bonus mobili può essere usufruito solo se gli elettrodomestici rispettano alcuni requisiti relativi alla classe energetica. Per poter sfruttare l’agevolazione, quindi, si devono acquistare elettrodomestici ad alta efficienza energetica.

Nello specifico, con il bonus mobili è possibile acquistare:

  • lavatrici, lavasciugatrici e lavastoviglie di classe non inferiore alla classe E

  • forni di classe non inferiore alla A

  • frigoriferi e congelatori di classe non inferiore alla classe F.

La classe energetica è reperibile sull’etichetta energetica, ma il bonus può essere fruito anche per gli elettrodomestici che ne sono privi, a patto che per questi non sia stato ancora previsto l’obbligo.

Tra le spese agevolate per le quali è possibile usufruire della detrazione ci sono anche altri grandi elettrodomestici come stufe elettriche, condizionatori, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi per la cottura.

Come nel caso dei mobili, anche per gli elettrodomestici l’agevolazione vale sia per l’acquisto sia per il trasporto e il montaggio dei beni acquistati.

Bonus mobili 2023, quando effettuare gli acquisti e quali interventi danno diritto al bonus

Per poter usufruire del bonus nel 2023 rimane necessario aver realizzato gli interventi di recupero del patrimonio edilizio a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello in cui vengono acquistati i mobili o gli elettrodomestici.

L’Agenzia delle Entrate, nella sua guida, offre anche chiarimenti in merito a tutti i lavori che danno diritto al bonus e che, come già detto, includono tanto interventi di manutenzione straordinaria quanto interventi di manutenzione ordinaria.

Si ricorda, in merito a questo punto, che si può beneficiare del bonus mobili anche se si è effettuata una sostituzione della caldaia (solo se vi è un risparmio energetico rispetto alla situazione precedente), in quanto questo rientra comunque tra gli interventi di manutenzione straordinaria.

Infine, è importante ricordare che l’acquisto dei mobili o degli elettrodomestici deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2024.

Leggi anche: Bonus ristrutturazione 2023, dal nuovo anno molte novità

 

  

 

Federica Antignano
Federica Antignano
Aspirante copywriter, classe 1993. Curiosa di SEO, trascorro la maggior parte del mio tempo a scrivere, in ogni sua declinazione. Mi sono diplomata in lingue presso il liceo statale Pasquale Villari di Napoli. Ho inizialmente lavorato in una start up, cominciando a scrivere per vendere e ora continuo ad affinare le mie capacità attraverso corsi e tanti tanti libri sulla pubblicità e sul digital marketing. Con il tempo ho scoperto anche l'interesse verso lo scrivere per informare e questo è il motivo per cui oggi sono felice di far parte del team di redattori di Trend-online.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate