Superbonus: conviene iniziare i lavori adesso? Ecco cosa c’è da sapere

Conviene ancora iniziare i lavori di ristrutturazione adesso per beneficiare del Superbonus? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul bonus edilizio e se conviene ancora.

superbonus-conviene-iniziare-lavori-adesso

A seguito di tutte le novità che hanno interessato negli ultimi mesi i bonus edilizi, ed in particolare il superbonus, sono davvero molti i cittadini che ogni giorno si domandano quando conviene iniziare i lavori per il Superbonus.

Per rispondere alla domanda se conviene iniziare i lavori adesso per il Superbonus è importante fare una breve premessa.

Infatti, il Superbonus al 110% a cui eravamo stati abituati finora sta sparendo. In sostituzione, arriva il bonus edilizio con una detrazione del 90%. Al tempo stesso, bisognerà presto dire addio anche alla cessione del credito e, conseguentemente, allo sconto in fattura.

Quindi, per chi comincia ora i lavori, resta soltanto la detrazione del 90% per il Superbonus, senza la possibilità di beneficiare dello sconto in fattura, ma soltanto della detrazione in quattro anni.

Vale la pena cominciare i lavori di ristrutturazione adesso per poter approfittare del Superbonus? Vediamo, quindi, i diversi casi e quali sono le situazioni in cui potrebbe essere conveniente avviare ora i lavori di ristrutturazione edilizia su villette e condomini.

Superbonus: quando conviene ancora iniziare i lavori

Una delle situazioni più convenienti che vedono il Superbonus come una buona occasione per poter pagare di meno le spese legate agli interventi di ristrutturazione edilizia, riguarda quei casi in cui i cittadini hanno già presentato la Cilas entro la data del 16 febbraio.

Infatti, coloro che hanno inviato la Cilas entro tale date, potranno continuare a beneficiare della cessione del credito per il Superbonus, e possono quindi beneficiare dello sconto in fattura.

Ma non è finita qui, ci sono anche altre due situazioni in cui può essere conveniente cominciare ora i lavori per il Superbonus.

Da un lato, quindi, rientrano quelle situazioni in cui i lavori edilizi vengono richiesti da parte di case popolari, onlus, cooperative o per gli immobili che si trovano in zone dell’Italia colpite da sisma o inondazioni.

Infatti, in questi casi, lo sconto in fattura per il Superbonus potrà essere riconosciuto fino addirittura all’anno 2025.

Mentre, un ulteriore caso in cui può essere conveniente beneficiare del Superbonus  nel 2023 riguarda chi ha già avviato i lavori durante il 2022 e non ha ancora usufruito della cessione del credito.

Infatti, è bene ricordare che la scadenza utile per l’invio della comunicazione all’Agenzia delle Entrate, è stata propagate dal precedente termine del 31 marzo al 30 novembre.

Leggi anche: Superbonus, stop alla proroga fino al 30 giugno 2023 per le villette: che cosa succede ora.

Cominciare ora i lavori per il Superbonus

Nei casi in cui, invece, i cittadini che intendono beneficiare del Superbonus non hanno ancora avviato i lavori di ristrutturazione, ecco che spunta la classica domanda: conviene effettivamente decidere di cominciare ora i lavori?

Sicuramente un aspetto da considerare a favore dell’avvio dei lavori riguarda la questione della direttiva Ue legata alle case “green”. Il rischio, infatti, è quello di dover fare dopo i lavori senza la certezza di poter godere di uno sconto come quello attualmente concesso con il Superbonus.

Tuttavia, va sottolineato un aspetto di non poco conto, ovvero che i lavori edilizi dovrebbero finire entro la fine del 2023. Questo perché il Superbonus potrebbe abbassarsi al 70% per il prossimo anno, quando verosimilmente i costi per i lavori potrebbero diventare invece più alti.

Inoltre, potrebbe essere particolarmente conveniente avviare ora i lavori per godere del Superbonus anche considerato l’abbattimento delle spese in bolletta, grazie alla sostituzione della vecchia caldaia, oppure alla sostituzione degli infissi.

Questi lavori, infatti, potrebbero incidere positivamente anche sulla bolletta, permettendo a chi usufruisce del Superbonus di ottenere un maggiore risparmio sulle tariffe del gas.

Ma quali sono i casi in cui non conviene più il Superbonus? Sicuramente le situazioni in cui a presentare la domanda per poter accedere al bonus edilizio sono quei contribuenti che hanno dei redditi piuttosto alti.