Il Consiglio di Amministrazione di ACEA, presieduto da Michaela Castelli, ha approvato il progetto di Bilancio, il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2020 e il Bilancio di Sostenibilità – Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario 2020.

  • Ricavi 3.379 milioni di Euro (+6% rispetto al 2019)
  • EBITDA 1.155 milioni di Euro (+11% rispetto al 2019)
  • EBIT 535 milioni di Euro (+2% rispetto al 2019)
  • Utile netto del Gruppo 285 milioni di Euro (+0,4% rispetto al 2019)
  • Investimenti 907 milioni di Euro (+14% rispetto al 2019)
  • Indebitamento finanziario netto 3.528 milioni di Euro (3.063 milioni di Euro al 31 dicembre 2019)

La sostenibilità al centro della strategia

Significativa crescita organica dell'EBITDA, superiore alla guidance

Indebitamento finanziario netto in linea con la guidance, nonostante il consolidamento di SII Terni

Dividendo proposto: 0,80 Euro per azione, in aumento del 2,6% rispetto al 2019 (payout 60%, determinato sul risultato netto dopo le attribuzioni a terzi)

Guidance 2021: risultati in ulteriore crescita
- aumento dell'EBITDA compreso tra il 6% e l'8% rispetto al 2020
- investimenti pari a circa 900 milioni di Euro
- indebitamento finanziario netto compreso tra 3,85 miliardi di Euro e 3,95 miliardi di Euro

"Nel 2020, in un contesto caratterizzato dalla grave pandemia, abbiamo saputo gestire la crisi continuando a garantire i servizi essenziali per i cittadini, mantenendo un elevato livello di efficienza e qualità anche nei mesi più difficili, grazie all'impegno di tutte le nostre persone e agli investimenti realizzati in innovazione e digitalizzazione. I risultati, nonostante un contesto sfidante, sono in crescita rispetto allo scorso anno e superiori alla guidance comunicata al mercato e testimoniano un'elevata capacità di resilienza e di reazione a situazioni complesse" – ha commentato Giuseppe Gola, Amministratore Delegato di ACEA". I risultati raggiunti hanno anche permesso di proporre all'Assemblea degli Azionisti un dividendo in crescita rispetto all'anno precedente, confermando quanto previsto nel Piano Industriale per il 2020. Il sensibile aumento dell'EBITDA nel 2020 dimostra, inoltre, la solidità dei nostri business e la validità della strategia dove crescita e creazione di valore sono strettamente correlate al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità. L'esperienza della crisi pandemica ci spinge infatti, ancor più oggi, a considerare la sostenibilità come elemento imprescindibile per un nuovo modello di sviluppo in cui le utilities potranno svolgere un ruolo decisivo per l'auspicata ripartenza del Paese. Per il 2021, pur in uno scenario ancora difficile, prevediamo risultati in ulteriore crescita".

(RV - www.ftaonline.com)