Adidas ha comunicato di avere raggiunto l'accordo per cedere Reebok ad Authentic Brands Group per 2,1 miliardi di euro. Per il colosso tedesco dello sportswear è un buon risultato, considerando che aveva acquisito Reebok nel 2005 per 3,8 miliardi di dollari, ma secondo quanto riportato in precedenza l'attuale valutazione del marchio poteva essere crollata fino a circa 1 miliardo di euro. L'asta per la vendita di Reebok era ufficialmente partita a maggio, con in gara gruppi cinesi del settore come Anta Sports e Li Ning, la coreana Fila e Wolverine World Wide, azienda del Michigan che già controlla marchi come Merrell e Saucony (e produce calzature per brand del calibro di Harley-Davidson e Caterpillar). In corsa erano indicati da Reuters anche i private Tpg Capital, Sycamore Partners, Cerberus Capital Management e Apollo Global Management. Alla fine, però, l'ha spuntata la società newyorkese attiva nella gestione dei marchi (in portafoglio ha brand di moda e sport come Hervé Leger, Volcom o Aéropostale, ma anche persone fisiche come Elvis Presley, Marilyn Monroe o Shaquille O'Neal). Authentic Brands il mese scorso aveva presentato richiesta per l'Ipo a Wall Street. Adidas aveva chiuso in rialzo dell'1,60% giovedì a Francoforte, contro il guadagno dello 0,70% del Dax.

(RR - www.ftaonline.com)