Affirm Holdings vola al Nasdaq dopo avere comunicato risultati relativi al primo trimestre del suo esercizio migliori rispetto alle attese di Wall Street e annunciato l'espansione della partnership con Amazon.com. La fintech di San Francisco, specializzata nell'emergente segmento del buy-now, pay-later (Bnpl), ha registrato perdite nette rimbalzate da 3,9 milioni di dollari, pari a 6 centesimi per azione, a 306,6 milioni, e 1,13 dollari. Rosso dovuto però in gran parte a voci straordinarie (tra cui ancora le compensazioni legate all'Ipo di gennaio). I ricavi sono saliti da 174 a 269 milioni di dollari, contro i 249 milioni del consensus di FactSet. Affirm in precedenza aveva affermato che l'accordo con Amazon non era esclusivo ma ha spiegato mercoledì che sarà l'unica opzione Bnpl (pagamenti con un limitato numero di rate senza interessi) di terze parti offerta dal colosso dell'e-commerce. Affirm ha toccato un rimbalzo di oltre il 27% in after market, per altro dopo il crollo del 15,73% segnato nella sessione regolare.

(RR - www.ftaonline.com)