Anche James Bullard, president della Federal Reserve (Fed) di St. Louis, appoggia aumenti dei tassi d'interesse Usa di 50 punti base nei prossimi due meeting del Federal Open Market Committee (Fomc, la commissione della Fed che si occupa di politiche monetarie). "Abbiamo un piano in atto, che prevede 50 punti base all'ultima riunione e anche a quelle future", ha dichiarato in un'intervista a Yahoo! Finance, sottolineando però di continuare a essere propenso ad accelerare la stretta anche con rialzi di 75 punti base. Bullard, uno dei "falchi" della Fed, ha ribadito di desiderare che il costo del denaro arrivi in Usa al 3,50% per fine anno. In merito al marginale declino dell'inflazione in aprile (all'8,3% dall'8,5% di marzo) ha sottolineato che "non abbiamo un'enorme quantità di informazioni, anche se lo interpreterei come un'indicazione che l'inflazione è più ampia e persistente di quanto molti avessero pensato".

(RR - www.ftaonline.com)