Anima Holding (+2,66%) si allunga lasciandosi alle spalle i massimi di febbraio a 4,30 e il picco di giugno 2020 a quota 4,426 e tenta la ricopertura del gap del 24 febbraio 2020 a 4,77 circa. Sotto 4,33 euro rischio invece di deterioramento delle prospettive di breve termine prologo a cali verso in area 3,90.

(CC - www.ftaonline.com)